Gizzeria, avventura a lieto fine per esperto istruttore di kitesurf

COMUNICATO: tragedia sfiorata nelle acque antistanti la spiaggia di “Pesce e Anguille” di Gizzeria

Oggi, verso le ore 14, si è sfiorata la tragedia nel golfo di Sant’Eufemia a causa delle condizioni avverse di mare e di vento che imperversavano sulla zona.

Infatti, come spesso accade, alcuni esperti praticanti di Kitesurf erano appena entrati in acqua, con tavola ed aquilone, per divertirsi sulle onde che in quel momento raggiungevano circa i 3 metri davanti la famosa spiaggia di Pesce Anguille.

Nel mentre i ragazzi erano in mare, pian piano le condizioni atmosferiche mutavano imprevedibilmente, il mare diventava sempre più grosso ed il vento cambiava direzione, spingendo i kiters verso il largo, senza dargli l’opportunità di rientrare in spiaggia agevolmente. Tra di loro, l’esperto istruttore FIV di kitesurf dell’ Hang Loose Beach, Gino Raso, di anni 62, cercava di aiutare tutti i ragazzi a rientrare con il proprio aquilone.Purtroppo però, dopo aver messo al sicuro l’ultimo di essi, lui stesso è rimasto in mezzo al mare con il kite alla deriva. Dopo circa mezz’ora, quando tutti in spiaggia si rendevano conto della gravissima situazione, venivano allertate le autorità competenti, quali Capitaneria di Porto di Vibo e Guardia di Finanza, che comunque, a causa delle condizioni avverse, avrebbero avuto grandi difficoltà ad intervenire, se non giungendo dal Porto di Vibo Marina, quindi impiegando fin troppo tempo.

A quel punto, gli altri istruttori della scuola di kitesurf dell’ Hang Loose Beach, decidevano di correre il rischio di entrare in mare con un gommone dalla spiaggia antistante il famoso lido dove si pratica questo sport. L’operazione è stata molto difficile perché in quel momento arrivavano onde fino a 4 metri di altezza. L’esperienza e la preparazione dei ragazzi però, ha fatto si che gli stessi potessero raggiungere Gino Raso, ormai stremato, all’altezza del ex pontile della S.I.R.

Altra operazione molto difficile è stata il rientro in spiaggia, ma a quel punto poco importava perché Gino Raso era salvo.