Il Catanzaro non prende Lucarelli ma l’ambiente contesta ugualmente la società

Advertising

Niente Cristiano Lucarelli a Catanzaro. 

L’ex bomber del Cosenza Calcio non sarà sulla panchina giallorossa al “Ceravolo” il 28 agosto nella prima giornata del nuovo campionato di Lega Pro. La società ha scelto Giulio Spader, allenatore del settore giovanile, che ora viene promosso in prima squadra.

E l’ambiente a Catanzaro è profondamente deluso. Ecco cosa scrive Il Giornale di Calabria. 

“… Probabilmente Lucarelli, tecnico con un curriculum non particolarmente positivo ma certamente portatore di un cognome calcisticamente ingombrante, ha chiesto al patron ed al ds Preiti delle garanzie minime rispetto al completamento della rosa ed agli obiettivi stagionali. Senza contare che un personaggio come Lucarelli non era probabilmente in linea, dal punto di vista economico-finanziario, con i criteri di gestione sparagnina dettati da Cosentino.

Quali che siano le motivazioni precise, sta di fatto che l’ipotesi Lucarelli è saltata. Il patron giallorosso prova ora a lanciare definitivamente Giulio Spader, allenatore che non costa nulla perchè già in organico e che certamente è portatore, anche dal punto di vista tecnico, di minori pretese considerando comunque una fortuna il fatto di essere promosso in prima squadra.

Preiti ha annunciato ufficialmente la scelta societaria nel corso di una conferenza stampa nella quale ha cercato di spiegare le logiche che hanno assistito nelle ultime settimane le scelte, spesso incomprensibili, della società.

Nel frattempo i tifosi manifestano il proprio malcontento non solo attraverso social network e blog ma anche nella pratica. La campagna abbonamenti, appena avviata, sta andando particolarmente a rilento…”.