Il classico di Natale: pasta acciughe e muddrica

Un’antichissima tradizione vuole che per la cena della Vigilia, si prepari la pasta, di solito lunga, con alici (acciughe) e mollica di pane tostata.

E’ un piatto fondamentalmente povero, nato proprio dalla cucina delle classi più povere che, non potendosi permettere grandi lussi e sfarzi nemmeno durante la festa più sentita dell’anno, condivano la pasta con la mollica del pane raffermo.

filetti-di-acciuga

Questa tradizione della pasta con la mollica fa parte della storia di quasi tutto il Sud d’Italia, non per niente anche in Sicilia è molto famosa la pasta ammuddicata, senza contare tutti i paesi calabresi, pugliesi, campani. Perciò, come la lagana e ciciari, non può dirsi un piatto “esclusivamente cosentino”. Per quanto essenziale e semplice nella sua preparazione, come ogni piatto, si presta a mille varianti ed altrettanti accorgimenti. Quella che segue è la nostra ricetta: la classica.

 

Ingredienti

500 gr, di vermicelli

4/5 acciughe sotto sale

un dl. di olio d’oliva

aglio

aglio

prezzemolo

mollica di pane

peperoncino rosso.

Pasta-con-le-alici-

Lavate e spinate le acciughe tagliandole a pezzetti. Versate in una padella l’olio con qualche spicchio d’aglio tagliato a pezzetti, mettete al fuoco e, quando sarà ben caldo, versate la metà delle acciughe ed il peperoncino spezzettato; fate soffriggere per qualche minuto schiacciando leggermente le acciughe con una forchetta; abbrustolite in un’altra padellina la mollica di pane e ponetela da parte. Lessate i vermicelli in abbondante acqua salata, scolateli al dente come di consueto e gettateli nella padella aggiungendo l’altra metà delle acciughe ed il prezzemolo rigirando per qualche secondo per fare insaporire. Servite nei piatti e quindi spolverate con il pan grattato e tostato.