Il Cosenza passa a Martina Franca e torna al 4° posto

Advertising

Il Cosenza rispetta i pronostici e passa sul campo di un Martina Franca (2-0) che ci mette tanta voglia ma è oggettivamente destinato alla retrocessione. Con i tre punti di oggi i Lupi tornano al quarto posto agganciando a quota 34 il Lecce. 

Non è stata proprio una passeggiata, nonostante il risultato classico di 2-0. Prima di sbloccare la gara, sul finire del primo tempo, le due squadre si erano sostanzialmente equivalse, anche se le occasioni più importanti sono capitate al Cosenza.

La partita, poi, è stata falsata da un rigore nettissimo negato ai Lupi al 23′ quando Migliaccio ha chiaramente colpito la palla in modo volontario con il braccio per impedire che Arrighini e Cavallaro, ormai soli, andassero in porta. E appena una manciata di secondi più tardi, era stato ancora Arrighini a concludere a rete esaltando la reattività del portiere avversario.

Il Martina Franca aveva creato qualche problema a Perina con le incursioni di Curcio e Diakite’ ma senza reale convinzione. I pugliesi tuttavia hanno avuto una grossa opportunità tra la mezzora e il 31′. Prima Pinna si è fatto espellere ingenuamente commettendo fallo da ultimo uomo su Baclet e poi Perina ha salvato capre e cavoli volando per deviare in angolo il bolide dello stesso centravanti.

Dieci minuti dopo, la svolta. Arrighini raccoglie un pallone in avanti su una classica azione di contropiede e quando sta per battere a rete quasi a colpo sicuro viene atterrato da Curcio. Rigore ed espulsione. Cavallaro trasforma con freddezza e il gioco è fatto.

Il sigillo alla gara lo mette Arrighini in apertura di ripresa, ancora in contropiede.

Poi il Cosenza contiene senza problemi il ritorno del Martina Franca. Solo un palo di Baclet a tre minuti dalla fine ma sul 2-0 non ha fatto paura a nessuno.

Tra i singoli, soddisfazione per il riscatto di Arrighini (5° gol stagionale) e molto bene anche i giovanissimi Vutov e Fiordilino.

COSENZA: Perina, Corsi, Ciancio, Arrigoni, Pinna, Blondett, Criaco, Fiordilino, Arrighini (90′ Di Somma), Vutov, Cavallaro (69′ Guerriera). In panchina: Saracco, Soprano, Novello, Minardi, Bilotta, Raimondi, Ventre. Allenatore: Roselli (squalificato, in panchina De Angelis)

kxk