Il Cosenza perde in casa col Catania, i tifosi invocano: “Roselli vattene”

Advertising

Il Cosenza perde in casa col Catania (1-2) e ritorna nella crisi più nera. I rossoazzurri vincono in rimonta, dopo l’illusorio gol di Baclet che aveva fatto sperare in un riscatto dei Lupi.

Il Catania pareggia dopo una decina di minuti, va al riposo sull’1-1 e nella ripresa attende il momento giusto per piazzare il colpo del ko su un Cosenza ancora una volta privo della grinta e della cattiveria giuste per uscire dal tunnel della crisi.

Giorgio Roselli è sul banco degli imputati. Da stasera la sua panchina è a rischio. Molti tifosi già ne chiedono la testa sui social al grido di Roselli vavatinni. Non sono solo le ultime due sconfitte a preoccupare ma tutta una serie negativa che ha avuto inizio con tre sconfitte consecutive e non si è evidentemente risolta col pari di Lecce e la vittoria sul Monopoli. Quattro punti in sette partite è un ruolino da retrocessione e servono rimedi.

La tifoseria inoltre accusa Roselli di non trasmettere la grinta e le motivazioni giuste alla squadra e di non riuscire a dare al Cosenza una vera identità sotto il profilo del gioco.

Toccherà al presidente Guarascio decidere se allontanare Roselli e con quale alternativa.

Per tornare alla partita di oggi, il Cosenza è passato in vantaggio al 19′ con una zampata di Baclet dopo un tiro di Capece respinto debolmente da Pisseri.

Il Catania pareggia sugli sviluppi del primo calcio d’angolo. Cross di Fornito, incornata di Anastasi e poi Bergamelli ribadisce in rete.

Al 73′ il Catania passa in vantaggio con Mazzarani. Azione corale dei rossazzurri: Anastasi serve a Mazzarani il pallone che l’ex Novara deve solo insaccare a porta vuota.

COSENZA-CATANIA 1-2

Cosenza – Perina, Corsi, Capecen (76′ Mungo), Tedeschi, Blondett, Criaco (61′ Cavallaro), Statella, Caccetta, Baclet (71′ Gambino), D’Anna, Filippini. A disp: Sarracco, Quintiero, Meroni, Appiah, Bilotta, Collocolo, Ranieri, Madrigali, Scalise. All. Roselli

Catania – Pisseri, Parisi, Bergamelli, Drausio, Djordjevic, Bucolo, Scoppa, Fornito, Russotto (89′ Bastrini), Anastasi (75′ Barisic), Mazzarani (78′ Di Cecco). A disp: Martinez, Nava, Calil, Paolucci, De Santis, Di Grazia, Piermarteri, Graziano. All. Rigoli

Arbitro: Valiante di Salerno

Gol: Baclet 19’, Bergamelli 29′, Mazzarani 72′