Il Cosenza vuole imporre ancora la legge del “Marulla”. I Lupi saluteranno piazza Bergamini

Mister Roselli e Statella (foto ilcosenza.it)
Advertising

Domani è di nuovo campionato. Alle 15 allo stadio “Gigi Marulla” andrà in scena Cosenza-Monopoli con i Lupi che vogliono riscattare il passo falso di Lecce dopo aver fatto il mea culpa per tutti i gol sbagliati nel primo tempo.

Il Cosenza in casa nelle ultime tre uscite ha messo sotto tutti gli avversari, grandi e piccoli club (Casertana, Matera e Lupa Castelli), facendo sempre valere la legge del “Marulla”.

Mister Roselli non ha problemi di formazione. Disponibili anche Ciancio e Caccetta, anche se per il capitano, che non gioca da mesi ed è rientrato in gruppo in questa settimana, difficilmente si prospetta un impiego fin dal primo minuto. Ballottaggi in difesa davanti a Perina per le posizioni di esterni bassi tra Corsi, Pinna e lo stesso Ciancio e in avanti tra La Mantia, Raimondi e Arrighini. A centrocampo conferme per Fiordilino e Arrigoni al centro e Criaco e Statella sulle fasce.

Il Monopoli è reduce dal successo esterno di Foggia e la porta biancoverde di Pisseri è imbattuta da 360 minuti

La squadra di Roselli al “Marulla” va in gol regolarmente e la porta di Perina è imbattuta da 180 minuti. In cinque gare il Cosenza ha preso solo un gol. Numeri che rendono il match di domani molto avvincente.

Prima della gara, alle 11, si svolgerà la cerimonia di intitolazione di piazza Denis Bergamini, a due passi dallo stadio “Gigi Marulla”. Parteciperà anche la sorella Donata. La squadra rossoblu, prima di entrare in clima prepartita, porterà il suo saluto al grande campione ucciso dallo stato deviato e dalla giustizia corrotta.