“Il personale del carcere di Cosenza è allo stremo delle forze”. La denuncia del Cosp

Advertising

“Nel carcere di Cosenza il personale di polizia penitenziaria è allo stremo delle forze”.

A rilevarlo, in una nota, é il segretario generale del Cosp, il Coordinamento sindacale penitenziario, Domenico Mastrulli.

“Nonostante questo – aggiunge Mastrulli – si lasciano poliziotti a svolgere compiti amministrativi contabili di ragioneria. Chiediamo alle autorità regionali ed al Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria – dice ancora il segretario generale del Cosp – un’ispezione nel carcere cosentino, ascoltando eventualmente dalla viva voce dei poliziotti la criticità che sono costretti a vivere sulla loro pelle e su quella delle loro famiglie”.