Il Rende batte la corazzata Frattese e continua a volare

Advertising

RENDE-FRATTESE 2-1

RENDE (3-5-2): Puterio 6,5; Sanzone 6,5 Marchio 7 Crispino 6,5; Viteritti 6 Gigliotti 6,5 Fiore 6,5 Boscaglia 6,5 (27’ st De Marco 6) Serleti 6,5; Ferreira 7 (41’ st De Pascale sv) Actis Goretta 7 (34’ st Benincasa sv). A disp. Falcone, Piromallo, Manes, Falbo, Formosa, Azzinnaro. All: Trocini

FRATTESE (4-3-3): Mascolo; Da Dalt Varchetta Della Monica Acampora (42’ st Natale sv); Ammaturo (25’ st Angelillo sv) Liccardo Ausiello; Ficarrotta Longo Ragosta. A disp: Pardo, Costanzo, Calvanese, Granillo, Palumbo, Palmieri, Polito. All: Liquidato.

ARBITRO: Bitonti di Bologna

MARCATORI: 4’ pt Ausiello (F), 8’ st Actis Goretta (R), 20’ st Ferreira (R),

NOTE: Spettatori 500 circa. Ammoniti Della Monica (F), Gigliotti (R), Longo (F). Angoli 5-0 in favore di Rende. Recuperi 1’ pt e 6’ st

Il Rende festeggia una grande vittoria in rimonta sulla Frattese ed il primo posto in classifica (due partite due vittorie), grazie al duo d’attacco sudamericano Goretta-Ferreira, con il “Lorenzon” che esplode di gioia al novantesimo minuto.

Una squadra “operaia” quella biancorossa, formata da tanti giovani che lottano su ogni pallone con grinta, determinazione e voglia di onorare la maglia che indossano.

Anche la “presuntuosa” Frattese paga dazio, nonostante si fosse portata in vantaggio dopo soli quattro minuti di gioco, grazie alla rete realizzata da Ausiello su assist di Ragosta dalla fascia sinistra.

Ma i ragazzi di mister Trocini non si sono disuniti e incoraggiati a gran voce dal gruppo storico degli “Ultras’81” e da tutti i tifosi della tribuna centrale, sono riusciti a ribaltare il risultato.

Il pareggio arriva al nono minuto del secondo tempo con l’argentino Actis Goretta, sugli sviluppi di un calcio di punizione. E il gol della vittoria lo segna Ferreira, di testa, al ventesimo. Un gesto atletico bello ed irresistibile che manda in visibilio il popolo biancorosso.

Per Ferreira è il secondo centro stagionale, dopo quello segnato a Roccella sette giorni fa.

Alla fine tutti a festeggiare un risultato importante, ottenuto contro una delle “corazzate” del campionato di serie D.

I sostenitori biancorossi alla fine “salutano” quelli campani al grido di “salutate la capolista”. Davvero una bella partita quella vista oggi al “Lorenzon”, a testimonianza che nel calcio non c’è mai nulla di scontato.

Sette i ragazzi cosentini schierati in campo da mister Trocini. Bravissimo in difesa Paride Marchio, insuperabile per tutti, molto bene anche i suoi colleghi di reparto Puterio (ex Cosenza), Sanzone (ex Pro Cosenza) e Crispino (ex Real Cosenza). A centrocampo continua a strabiliare il piccolo Boscaglia (classe ’96), autentico motorino instancabile mentre Adriano Fiore è la solita colonna portante ben supportato dallo scattista Viteritti, acrese purosangue. Il resto l’hanno fatto il collaudato Gigliotti, lo sgusciante Serleti (scuola Crotone) e i bomber Goretta e Ferreira. 

IL PUNTO SUL CAMPIONATO

risE’ ancora presto per esprimere giudizi, ma questa seconda giornata del girone I ha confermato lo stato di forma di alcune squadre che ora guidano il girone.

Il Gladiator ha sconfitto 2-0 la Sarnese grazie ai gol di Brogna e Fontanarosa.

La Sicula Leonzio ha battuto di misura il Pomigliano grazie alla rete messa a segna al minuto 11 da Ricciardo.

Tre punti anche per Turris e Rende: i partenopei superano 1-0 il Due Torri grazie al gol su dischetto di Pucci al 24’, mentre i biancorossi portano a casa un successo casalingo contro la Frattese, battuta per 2-1 in rimonta grazie ai centri di Goretta e Ferreira, che vanificano il vantaggio di Ausiello al minuto 4.

kl