Il ritorno di Tonino: da Cinghiale ferito a sottosegretario (di nuovo)

Advertising

ROMA – Due calabresi inseriti nel Governo, entrambi appartenenti a Ncd. Antonio Gentile è il nuovo vice ministro allo Sviluppo economico mentre Dorina Bianchi è stata nominata sottosegretario ai Rapporti col Parlamento.

L’annuncio è stato dato dal premier Matteo Renzi durante il Consiglio dei Ministri che si è svolto oggi.

Il giuramento al Quirinale di Gentile è previsto per domani proprio in concomitanza della visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in Calabria.

(ANSA)

Come scrive L’Espresso l’annuncio gliel’ha dato Matteo Renzi in persona mercoledì pomeriggio, mentre era in Senato per le mozioni di sfiducia contro il governo: «Tonino, domani non partire che definiamo tutto». Doveva tornare a Cosenza per il fine settimana, è rimasto a Roma per essere nominato (di nuovo) al governo.

E il titolo è tutto un programma: Il ritorno di Tonino Gentile, da Cinghiale ferito a sottosegretario (di nuovo).

Così vanno le cose in Italia: alla fine chi fa parte della malapolitica e ha qualche santo in paradiso, trova sempre il suo posto al sole. E Renzi non teme brutte figure: gli interessano solo i suoi voti. Il Cinghiale ha truppe cammellate fedeli, gestisce la sanità cosentina come se fosse casa sua, pensa alla politica solo come modo per arricchirsi e distribuire potere. In perfetto stile Prima Repubblica: corruzione e malaffare. Ma a quell’ebetino di Renzi non interessa. Se ci sta De Luca – si sarà detto – ci può stare anche il Cinghiale…

E vissero felici e contenti.