Il sacerdote indagato è stato denunciato in procura dai genitori del ragazzino

Advertising

Gli inquirenti mantengono sulla vicenda del sacerdote indagato perché avrebbe palpeggiato un ragazzino di 12 anni, un rigido riserbo.

Gli agenti della squadra mobile di Cosenza hanno sequestrato un computer e una serie di cd nell’abitazione del sacerdote.

L’uomo, ultraquarantenne, secondo quanto si apprende dall’agenzia AGI, in seguito al fatto, che sarebbe avvenuto recentemente, è stato denunciato alla procura della Repubblica di Cosenza dai genitori del ragazzino. Da qui le indagini.

(AGI)