Il Senato dice sì all’arresto di Caridi

Advertising

(ANSA) – ROMA, 4 AGO – L’Aula del Senato ha accolto con 154 si, 110 no e 12 astenuti la proposta della Giunta per le Immunità di dire sì all’arresto del senatore di Gal Antonio Stefano Caridi.

La votazione è avvenuta con voto segreto, come richiesto dai senatori di Gal, nonostante il Pd avesse proposto il voto palese.

È stata la determinazione del presidente del Senato Pietro Grasso – che ha deciso l’inversione dell’ordine del giorno per mettere il punto in cima alla lista delle priorità – a permettere al Senato di arrivare alla conclusione della vicenda.

Per il senatore Caridi, accusato dalla Dda di Reggio Calabria di far parte del direttorio della ‘ndrangheta, una loggia segreta che metterebbe insieme politici, professionisti e uomini dei clan, finisce il giorno più lungo e si prospettano gli arresti.

Una conclusione che non era affatto scontata e che dà un segnale importante sul fronte della legalità.