Io, Ilaria e la glicoforina (di Donata Bergamini)

di Donata Bergamini

Ieri ancora una volta le vicende processuali di Denis e Stefano si sono incrociate.
Ieri, ancora una volta Ilaria era al mio fianco a Castrovillari.
Abbiamo richiesto ed ottenuto la riapertura delle indagini per la morte di mio fratello grazie alle conoscenze scientifiche dei proff. Fineschi e Turillazzi che sono da anni affianco della famiglia Cucchi per ottenere verità e giustizia per la morte di Stefano.
Il test con la glicoforina non può sbagliare: se è positivo vuol dire che la ferita è stata inferta sul corpo di Denis da VIVO. Se è negativo significa che era già morto.
Non esiste un se od un ma. La dottoressa Innammorato, allieva del prof. Introna lo sa bene e nulla ha potuto obiettare. Infatti ha sottoscritto tutti i verbali delle operazioni peritali cui ha partecipato.

La dottoressa Innammorato ben sa che quel test è stato usato anche dal suo maestro Introna per fare la perizia su Stefano Cucchi.
Quando l’avv. Pugliese ha provato ieri, da solo, a contestane la validità di fronte ai periti, il mio avvocato alla fine è sbottato invitandolo a mettersi d’accordo con la sua consulente e facendogli presente proprio che lei ed Introna lo avevano usato nell’incidente probatorio per il processo Cucchi. Si è allora alzato il Procuratore Facciolla dicendo: “e infatti lo vedremo al processo!”
Io, Ilaria e la glicoforina.
Io ed Ilaria da anni in attesa di verità e giustizia per l’uccisione dei nostri fratelli.