Incendio doloso, donna 68enne arrestata dal Cfs nel cosentino

Advertising

Sono scattati gli arresti domiciliari per una donna di 68 anni che è accusata di aver appiccato un incendio in località San Giacomo, nel Comune di Cerzeto, nel cosentino.

La misura cautelare è stata eseguita dal personale dei comandi stazione della Guardia Forestale di Montalto Uffugo, Acri e Cerzeto 
su disposizione del Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale di Cosenza. Il rogo, verificatosi lo scorso 17 agosto, aveva interessato una zona vincolata e ad alta rilevanza naturalistico-ambientale.

L’area dell’incendio era controllata durante il periodo estivo dagli uomini del Corpo Forestale in quanto più volte colpita dalle fiamme. Grazie all’ausilio di un sistema di videosorveglianza e ad un’accurata indaginecoordinata dal Procuratore Capo Mario Spagnuolo e dall’Aggiunto Marisa Manzini, e condotta dal Pubblico Ministero Donatella Donato, sarebbero state raccolte a carico della donna le prove necessarie.

piromane2Le telecamere avrebbero infatti ripreso l’incendiario scendere dalla sua autovettura e appiccare il fuocosul ciglio della strada con un accendino, per poi darsi alla fuga. L’incendio aveva impegnato per diverse ore i Vigili del Fuoco, e gli uomini del Corpo Forestale impegnati nelle per le indagini. La donna, P.M., 68 anni, di Cerzeto, è accusata di incendio doloso.