Incontro Padre Fedele-rom: “Molto più che deludente: siamo pronti a denunciare il Comune”

Advertising

Luigi Bevilacqua, rom cosentino attivista dell’associazione “Lav Romanò”, è da tempo impegnato per rivendicare i diritti della sua comunità nella città di Cosenza.

Tante le battaglie portate avanti e tante le forme di protesta che si sono succedute negli anni, sia quando c’era al governo il centrosinistra sia adesso che siamo sotto il despota cazzaro.

A chi pensava che l’avvento di Padre Fedele all’assessorato (sic!) alla povertà potesse cambiare qualcosa, ecco quanto ha scritto Luigi Bevilacqua in merito all’incontro avuto ieri col monaco, nella sua nuova qualità (doppio sic!) di amministratore.

“Ho appena terminato l’incontro con Padre Fedele.
Dire che è stato deludente e come dire che ho vinto la medaglia d’oro alle Olimpiadi.
E’ stato molto più che deludente e allo stesso tempo preoccupante per il futuro delle comunità romanes e del sociale in genere.
Mi dispiace constatare poca voglia di ascoltare associata a una competenza praticamente nulla.
Nei prossimi mesi cercheremo di sensibilizzare l’opinione pubblica su questa tematica e porteremo ancora una volta le nostre proposte chiare e limpide sul tavolo.
Se non dovessero dare segni positivi nei prossimi mesi saremo costretti a denunciare l’amministrazione presso la commissione Europea sui diritti umani.
La denuncia rimane sempre l’ultima carta da giocare, ma al momento non vedo altre alternative”.