“Io che conosco il tuo cuore”: Adelmo Cervi racconta il suo libro al Teatro dell’Acquario

Advertising

Per difendere i valori della Costituzione è necessario fare in modo che non si dimentichi la storia, che non si dimentichi il perché tanti uomini e tante donne hanno scelto la via della lotta, quella di Liberazione, rischiando la propria vita per affermare quei principi fondanti della nostra Carta: la libertà, l’uguaglianza, la giustizia, la democrazia.

Tra le tante e tante figure che per il loro eroismo, spesso per il loro sacrificio, hanno scritto pagine indelebili della storia della Resistenza e della lotta antifascista, una delle più drammatiche è senza dubbio quella dei sette fratelli Cervi, fucilati dai fascisti al poligono di tiro di Reggio Emilia il 28 dicembre del 1943. La loro storia, insieme a quella del padre, Alcide, ha ispirato canzoni, film, libri e poesie.

Adelmo Cervi, figlio di Verina Castagnetti e di Aldo, terzo dei sette fratelli, continua a portare avanti attivamente la memoria della propria famiglia e di quella pagina di storia nazionale attraverso l’impegno sociale e culturale e la difesa dei valori della Costituzione.

Adelmo Cervi racconta nel suo libro “Io che conosco il tuo cuore” la storia della sua famiglia, ed in particolare, della vita di suo padre Aldo e dei suoi sei fratelli diventati partigiani e fucilati per mano fascista il 28 dicembre 1943. Narra con passione e con uno sguardo anche intimo gli avvenimenti di quegl’anni e il ruolo di avanguardie dei sette fratelli durante la Resistenza, la loro lotta al fascismo e quindi il loro amore per la libertà e la giustizia sociale che costò loro la vita. Attraverso la narrazione di questa esemplare storia ciò che emerge è l’importanza della lotta antifascista e dell’impegno sociale.

Insieme all’autore del libro si discute, quindi, dell’antifascismo di ieri e oggi e di come il passato dovrebbe rappresentare contemporaneamente un monito e un ispirazione per il presente e per il futuro.

Organizzano la giornata: CPOA Rialzo, Partito Rifondazione Comunista Cosenza, USB Unione Sindacale di Base, Gas Cosenza, Il sindacato è un’altra cosa, ANPI prov. di Cosenza, Radio Ciroma, oggi pomeriggio alle ore 17:30 presso il Teatro dell’Acquario.