Jole Santelli, Francesca Pascale e le passeggiate con Dudù (di Guido Quaranta)

di Guido Quaranta

Fonte: L’Espresso

Ogni volta che l’onorevole Jole Santelli (cosentina, 50 anni) compare in un talk show televisivo mi viene in mente una famosa canzone popolare, “Calabrisella mia”, perché non c’è calabrisella più calabrisella di lei: florida, esuberante, lunghi capelli corvini, grandi occhi scuri, è un tipo. Devota deputata di Forza Italia, è stata tre volte sottosegretaria. È un’autorità politica nella sua Regione.

Ed è pure la nipotina di uno zio che è stato, a suo tempo, un ministro influente: Cesare Previti. Ma nel Parlamento dicono che l’onorevole Santelli pare non conti molto per la sua beltà, il suo cursus honorum, il seguito nel territorio e le sue parentele. Sembra che conti per tutt’altro: perché è una grande amica di una persona importante: la signorina Francesca Pascale che, a sua volta, è la fidanzata di un uomo importante, Silvio Berlusconi.

Ogni tanto pranza con lei al ristorante, prende il tè delle cinque a palazzo Grazioli, l’accompagna a fare shopping, gioca con il barboncino Dudù. Insomma, l’onorevole s’è trovata a far parte di quel ristrettissimo entourage di politici molto fidati e altrettanto ossequiosi, ribattezzato “cerchio magico”, che circonda l’ex Cavaliere e ne ascolta, ne asseconda, ne apprezza e ne subisce le decisioni. Una fortuna da niente…