La Street Art School Cosenza arriva a Rogliano: graffiti che migliorano il paesaggio urbano

Advertising

L’arte utilizzata come mezzo sociale e creativo per migliorare il territorio. La pittura, i graffiti, che comunicano l’espressione della propria creatività sul tessuto urbano e lo trasformano, lo riportano a nuova vita.

Elementi pittorici che convertono una visione in qualcosa di reale, concreto. Il sogno, la passione e l’impegno di chi ne fa un ideale per cui vivere, credere e lottare. Con questo obiettivo è nata, l’ormai famosa, Street Art School Cosenza, la prima in tutta Europa, che sta rivoluzionando il paesaggio “morto” della nostra città e non solo.

La street art, infatti, è arrivata ovunque, negli ultimi giorni a Rogliano, tramite i suoi due artisti Mario Verta e Amaele Serino, in arte Bro.

Cosenza vanta una ricca tradizione, in tale tema di cultura artistica, che tuttavia si è affievolita nel corso degli ultimi quattordici anni. Il duo vuole riportare la città bruzia a quell’attenzione, riprendendo in mano una bomboletta che vuol dire insegnare a fare graffitismo, non certo vandalismo (come si è creduto nel passato).

Il binomio bomboletta-muri è stato a lungo considerato un atto vandalico, ma i graffitisti in realtà, svolgono un lavoro di ricerca artistica esprimendosi i in campi protetti, come nelle “hall of fame”, spazi a disposizione dei graffitisti in cui dipingere legalmente (siano questi muri esplicitamente dedicati dalle amministrazioni comunali all’espressione dell’arte della bomboletta, “spray-can art”, o siano luoghi siti in periferie degradate, di poco interesse o difficilmente raggiungibili in cui, per un tacito accordo con gli organi deputati al controllo dell’ordine pubblico, si lascia ai graffitista “carta bianca” e una relativa tranquillità per dipingere).

I graffitisti scelgono di esprimersi per lo più in contesti del genere, attraverso la scelta consapevole e responsabile del supporto per la pittura. Ogni graffitista, qualsiasi sia la sua inclinazione e provenienza, ricerca e studia un’evoluzione personale, per arrivare ad uno stile proprio in modo tale da distinguersi dagli altri ed apportare il proprio segno.

Così operano i due artisti della Stree Art School Cosenza, che tramandano, anche, i loro insegnamenti a tutti coloro vogliano condividere tale passione e studio. Già, perché, vi è anche un profondo studio e un attento impegno affinchè venga promossa la forma di espressione artistica antica e di grande impatto sociale, quale il graffitismo.

Lo scorso anno la scuola, tenutasi presso la Città dei ragazzi, è stata molto apprezzata. Quest’anno sicuramente crescerà notevolmente, data la professionalità e il cuore che ci mettono i due artisti; inarrestabili e pronti a diffondere ovunque la propria arte, che regala sempre emozioni a chi la ammira (come gli ultimi graffiti di Rogliano).

Valentina Mollica