Lamezia, operazione Apache: 5 arresti per furti, rapina e detenzione di armi e droga

Advertising

Alle prime luci dell’alba i Carabinieri delle Compagnie di Lamezia Terme e Girifalco, unitamente a personale del Goc di Vibo Valentia, hanno dato esecuzione a quattro ordinanze di custodia cautelare in carcere e una dell’obbligo di dimora, emesse dal gip di Lamezia Terme.

Nell’operazione Apache le misure cautelari hanno interessato Damiano Berlingieri, 27enne, Federico Bevilacqua, 30enne, Fabrizio Berlingeri, 28enne, Armando Berlingeri, 35enne, Massimo Scicchitano 41enne, tutti con precedenti penali, poiché ritenuti responsabili a vario titolo e in concorso tra loro, di rapina a mano armata e aggravata commessa a San Pietro a Maida lo scorso 14 marzo nei confronti danno di un impiegato bancario che trasportava l’incasso di 10.000 euro prelevato poco prima da un supermercato di Maida, svariati furti di autovettura commessi a Lamezia Terme, nonché un furto in abitazione accaduto sempre a San Pietro a Maida questa volta ai danni di un’anziana vedova.

Proprio dalla rapina a mano armata, i militari di Lamezia e dell’Aliquota Operativa della Compagnia locale, hanno avviato le indagini sotto la direzione della Procura della Repubblica di Lamezia Terme.

Grazie alla collaborazione con la Procura sarebbero state accertate altre responsabilità penali alle persone fermate in merito a numerosi furti di autovettura, nonché di effetti personali custoditi al loro interno, tutti consumatisi nel comprensorio lametino tra aprile e maggio.