Lamezia, sequestrati 9 quintali di botti illegali

Un'auto della Guardia di Finanza a Lamezia Terme.

(ANSA) – LAMEZIA TERME (CATANZARO), 20 DIC – Circa 9 quintali di artifizi pirotecnici sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza del Gruppo di Lamezia Terme che ha denunciato due persone per detenzione illegale di materiale esplodente.
I finanzieri, nel corso dei controlli mirati al contrasto del fenomeno della detenzione e vendita illegale di botti in vista delle imminenti festività natalizie, hanno scoperto un deposito all’interno di un grande magazzino gestito da cittadini di nazionalità cinese.
Gli artifizi pirotecnici, contenenti una massa attiva di esplosivo pari a 250 chilogrammi, erano stipati in un locale dell’attività commerciale in maniera non conforme alle prescrizioni di legge e a stretto contatto di altri generi infiammabili. Il locale utilizzato come deposito per i botti, inoltre, è posto a ridosso di abitazioni e altri esercizi commerciali aperti al pubblico con conseguenze facilmente prevedibili in caso di esplosione.