Largo Salvatore Giuliani: una discarica a cielo aperto circondata da lamiere

Advertising

Salvatore Giuliani fu il primo iscritto dell’ordine degli architetti di Cosenza. Tra le sue numerose opere si scorge il Nuovo Palazzo Municipale, abitazioni private ed edifici nella provincia cosentina. Per la qualità progettuale delle sue opere costituisce uno dei più importanti protagonisti della rinascita urbana nel periodo postbellico.

A lui venne dedicato il Largo Salvatore Giuliani, al lato della chiesa San Nicola; proprio a due passi da Palazzo dei Bruzi. Oggi lo spiazzo è divenuto un parcheggio “privato” e lì a fianco una vera e propria discarica a cielo aperto. Racchiusi da una lamiera, si possono scorgere rifiuti di qualsiasi genere, materiale ingombrante, erbaccia, calcinacci, sterpaglia che “incorniciano” un edificio pericolante con mura decrepite. Stessa sorte nei dintorni, edifici vecchi che andrebbero ristrutturati, circondati da immondizia perenne.

Alcuni residenti della zona si sono lamentati dello stato fatiscente intorno le proprie abitazioni e per giunta accanto ad una delle chiese più popolate della città. Ma nonostante le segnalazioni, ancora nessun intervento è stato effettuato.

I cittadini attendono che la discarica e l’immondizia sparsa, scompaiano al più presto; con la speranza anche che i vecchi edifici (alcuni comunali) non crollino contribuendo ad aumentare lo stato di degrado nel Largo Salvatore Giuliani (ironia della sorte) intitolato ad uno degli architetti più importanti di Cosenza, che sicuramente dissentirebbe dell’architettura lì intorno.

Valentina Mollica