L’artista cosentina Margherita Mari nel volume “Percorsi d’arte in Italia 2015”

"Di notte nella città della luce...Storie di omini de tetti" Grafiche di Margherita Mari, accompagnate da testi di Marialuigia Campolongo

Un sogno coltivato sin da bambina: vivere della propria passione artistica che con il tempo diventa Arte vera e propria, con la A maiuscola.

Anche Cosenza sforna i suoi talenti in questo campo, talenti spesso nascosti o sottovalutati, che meriterebbero una dovuta attenzione su tutto il territorio nazionale.

margherita mariE’ il caso della giovane, Margherita Mari, cosentina classe ‘83. Architetto dal 2009, specializzata in “Gestione del progetto complesso di architettura”, libera professionista, coltiva al contempo la passione per l’arte, la grafica e il disegno.

Annovera già alcune mostre personali e significative partecipazioni a collettive in Calabria; particolarmente interessante, nel 2015, quella alla VI edizione del Premio Internazionale “Lìmen Arte”, a cura di L. Caccia, con la partecipazione inaugurale di Philippe Daverio.

La sua opera è stata menzionata nel volume “Percorsi d’arte in Italia 2015” a cura di Enzo Le Pera e Giorgio di Genova edito per Rubettino Editore e in corso di presentazione.

Nella sua opera, utilizza tecniche grafiche miste (china, pastelli e acrilico su carta e cartoni), delineando e plasmando lo spazio grafico con gesto dinamico e sintetico che – in un processo di astrazione – rievochi forme, suoni e suggestioni.

Nella grafica si scorge tanto lavoro certosino, ma non manca quel pizzico di fiabesco che permette allo spettatore di tuffarsi in una dimensione magica, degna di un sogno. Quel sogno chiamato Arte.

Attendiamo con ansia le nuove produzioni della giovane artista per immergerci nuovamente in quella favola incantata che la sua mano ci regala.

Valentina Mollica