Le cantate di Bruzzese: ecco chi ha assaltato il furgone dell’Acquapark di Rossano

Advertising

Dopo aver raccontato la sua storia criminale in sintesi, il dottor Facciolla chiede al Bruzzese di entrare nel dettaglio degli avvenimenti criminali, e qui “U Scattarusu” fa alcune rivelazioni importanti.

Rivela i nomi degli esecutori materiali di una rapina da un milione di euro, ad un furgone blindato, dapprima affidata a loro dagli Arena di Isola e poi scavallati a vantaggio di altri due (i nomi li leggerete nell’interrogatorio).

Non solo, ad un certo punto il Bruzzese nel raccontare la rapina fa una affermazione  che conferma la “pista” che stanno seguendo gli investigatori della DDA che non sono interessati a rapine spaccio e altro. Un interrogatorio importante che mette in luce come il gruppo godesse di favori anche presso la caserma dei carabinieri. Ma leggiamolo.

Dr. Facciolla: senta, ma dopo l’omicidio di Luciano Martello, quando ha detto che arriva a Cosenza e ne parla prima con Lamanna, poi ne parla con Luca Bruni, poi con Nino …

Bruzzese F.: no! con Nino ne ho parlato la sera stessa, quindi me lo ha detto la sera stessa che era saltato lo scambio, “mi ha detto che … il fatto che … più volte, cioè ci fa la staffetta da Cosenza fino in Puglia …

Dr. Facciolla: eh! e questo me lo dovete dire! io vi ho chiesto prima e mi sembrava di aver capito che solo in quella circostanza … ha fatto da staffetta

Bruzzese F.: noooo… quando mai! Cioè è stata fatta una rapina vicino a … sulla superstrada ad un porta … ad un gioielliere, uno che portava dei gioielli vicino a .. .

Dr. Facciolla: un rappresentante di gioielli?

Bruzzese F.: un rappresentante di gioielli e lì siamo andati a prenderli insieme a chi aveva fatto la rapina, cioè Luca, Carlo Lamanna, Giovanni mio fratello, Nino, e Luigi.

Dr. Facciolla: e chi siete andati a prenderli?

Bruzzese F.: io e Miceli Umile

Dr. Facciolla: e Miceli? Cioè quindi siete andati a recuperarli?

Bruzzese F.: veniva sempre là all’ultimo lotto Miceli Umile, era assiduo … era assiduo …

Dr. Facciolla: no … e questo ve lo ricordate … quindi quando c’era un reato di questo tipo … intanto mi pare di capire che era la stessa squadra che si muoveva bene o male?

Bruzzese F.: si, si, si, si, si.

Dr. Facciolla: perché gli stessi nomi che mi fate adesso per la rapina sono quelli che troviamo sull’omicidio?

Bruzzese F.: si.

Dr. Facciolla: e quindi in questi casi Miceli Umile si occupava del recupero?

Bruzzese F.: Sl,, si, del recupero … spostava armi …portava … dovevo fare quella rapina che hanno fatto a …dopo Corigliano… dopo Rossano… quel furgone che prende i soldi all’ Acquapark …

Dr .FaccioIla: ah, si.

Bruzzese F.: e quelli gliele aveva portate anche …

Dr. Facciolla: alla Zolfara, verso Mirto ..

Bruzzese F.: eh! che dopo l’hanno fatta la rapina là

Dr. Facciolla: si.

Bruzzese F.: in pratica… me la hanno fatta organizzare Dottò … ·e dopo se la sono fatta. Cioè è stata fatta…

Dr. FaccioIla: e chi l ‘ha fatta quella rapina?

Bruzzese F.: eh … avevano mandato a chiamare a me, io ho parlato anche con la guardia che era all’ interno del furgone… che guidava il furgone, avevamo messo d’accordo tutto, in pratica ho organizzato come si doveva fare la rapina, mi dicevano che avevano a disposizione un furgone che era stato rubato … e una macchina … non mi ricordo, e ho detto … <<va beh, tanto se c’è l’autista d’accordo problemi non ce ne sono, due minuti e lo facciamo … >>

Dr. Facciolla: ma di questi fatti ne avete già parlato con i colleghi?

Bruzzese F.: no.

Dr. Facciolla: no?

Bruzzese F.: no.

Dr. Facciolla: quindi ne dovrete parlare insomma.

Bruzzese F.: eh! no: .. non me lo ricordavo proprio, mo …ora che sto parlando di questioni di rapine mi sto ricordando …

Facciolla: va bene.

Bruzzese F.: perché di rapine non ne abbiamo parlato proprio con i Magistrati della DDA.

Interrompiamo un attimo l’interrogatorio, per mettere in evidenza al lettore questa risposta del Bruzzese: “… perché di rapine non ne abbiamo parlato proprio con i Magistrati della DDA…”. Che tradotto significa: per quanto importante possa essere una rapina da un milione di euro, ai magistrati della DDA che hanno preso in carico i due pentiti, non interessa niente di queste “minuzzaglie”. I loro interrogatori ai due pentiti, come vi abbiamo già detto, parlano d’altro e a breve li leggeremo.

Riprendiamo l’interrogatorio.

Dr. Facciolla: e quindi questa era stata organizzata …

Bruzzese F.: da me!

Dr. Facciolla: e chi doveva essere coinvolto nella rapina?

Bruzzese F.: in pratica gli Arena si prendevano anche i soldi, perché il lavoro ce lo avevano fatto fare gli Arena, cioè ce l’avevano passata gli Arena. Fu organizzato il lavoro, e in pratica … ho detto … <<beh, quando è pronto che … che la guardia vi chiama che ci sono i soldi, mi mandate a chiamare, che io sono al mare, mi mandate a chiamare, salgo, andiamo e ci facciamo il lavoro>>. Fatto sta che me ne vado al mare, apro il giornale una mattina… ed era stata fatta la rapina, ho detto … <<mizzica! Sono andati senza di me questi qua?>>, e sono andato a Cosenza, ho trovato Carletto che era infuriato … e ho detto <<Cà … tutto a posto?>>, dice … <<no Frà, non l ‘abbiamo fatta noi>>, ho detto <<come non l’avete fatta· voi?>> ho detto. A momenti non credevo, perché la dinamica era quella che io …

Dr. Facciolla: era proprio quella.

Bruzzese F.: si! e ho detto … <<Carlè ma mi stai pigliando  in giro?>>, cioè c’è stato un momento di … perché si erano pigliati un milione di euro e passa là, non è che erano bruscolini. Dice…. <<no, non lo abbiamo fatto noi>>. In pratica noi del lavoro non ne sapevamo niente, e avevano già portato … Miceli Umile aveva già portato le armi là, quindi il lavoro si doveva fare. E questo era il discorso che il lavoro sicuramente gli Arena l’avevano dato ad altri, e poi dopo in seguito vengo a sapere che su quella rapina … se la sono fatta Marsico Gianluca, eh, se la sono fatta … Giuseppe Caputo, e non mi. .. non mi. .. cioè so solo questi due nomi…

Dr. Facciolla: e si.

Bruzzese F.: gli altri non … anche perché dopo non mi sono interessato più, ho detto <<noi ce le organizziamo le rapine e poi questi ce le fanno fare agli altri?>>, e dopo ho detto … ma lasciamoci stare …

Dr. Facciolla: e le armi però le aveva portate Umile Miceli?

Bruzzese F.: si, si, ma lui … Miceli era …

Dr.Facciolla: e chi gliele aveva date le armi m quella circostanza?

Bruzzese F.: eh … Luca, le aveva Luca anche, Luca aveva anche… il gruppo Bruni aveva anche le sue armi, aveva Kalashinikov a disposizione … aveva un M40, si, aveva delle pistole ….

Dr. Facciolla: lei si ricorda. che macchina aveva in quel periodo Umile Miceli? Nel periodo che parliamo, nel 2003.

Bruzzese F.: una Golf… una Golf grigia, io lo vedevo con Enzino!

Dr. Facciolla: ah Enzino, si.

Bruzzese F.: Enzo .. E gli ultimi tempi per le rapine … hanno visto che c’erano i soldi Dottò… e si adoperavano un poco tutti.

Dr. Facciolla: e si!

Bruzzese F.: per il furgone blindato … come c’era il furgone blindato di mezzo tutti quanti che si adoperavano, e venivano volentieri, magari a spostarti una macchina … un’arma … o a trovare un magazzino per mettere una macchina .. .

Dr. Facciolla: perché era un lavoro facile e ben …

Bruzzese F.: cioè non me li portavo sul lavoro Dottò …

Dr. FaccioIla: e si.

Bruzzese F.: cioè sul lavoro io già avevo la squadra che facevamo le rapine, e quindi avevo queste persone.

Dr. Facciolla: cioè era un rischio limitato e in più ci guadagnavano.

Bruzzese F.: si, perché facendo una staffetta … cioè facendo un viaggio .. . loro con la macchina pulita e io con le macchine rubate… cioè io e gli altri con le macchine rubate, quelli che dovevamo rimanere in Puglia, che facevamo le rapine, quindi …

Dr. Facciolla: senta, poi… e quindi Miceli sempre con questo ruolo, quindi o staffetta o portava le armi … spostava le armi eccetera …

Bruzzese F.: anche per esempio sul fatto di Maringolo …

Dr. Facciolla: sì, di Franco Maringolo?

Bruzzese F.: si, là ha fatto lo specchietto.

Dr. Facciolla: e lei come lo sa questo?

Bruzzese F.: e me lo ha detto Carlo no! perché dice… lo chiamava “grosso” no? e dice… <<questo grosso.,.questo grosso… manco lo specchietto mi riesce · a fare … >>, cioè dice .. : <<quando … quando siamo andati su Franco Maringolo me lo sono dovuto vedere io dov’era, che lui lo aveva perso>>.

Dr. Facciolla: che poi grosso era una volta? eh!

Bruzzese F.: ehva beh!mo’ io non lo vedo che sono quindici anni … eh … sono dodici anni …

Dr. Facciolla: perché lei è detenuto dal 2003, è stato detenuto dal 2003 è stato arrestato per il definitivo …

Bruzzese F.: io il 2005

Dr. Facciolla: il 2005 è stato arrestato?

Bruzzese F.: io si, cioè sono stato arrestato a marzo 2005, sono stato detenuto dal 99 al 200 l, poi sono uscito …

Dr.Facciolla: e poi vi hanno notificato il definitivo per …

Bruzzese F.: no! adesso me lo hanno notificato, il 2011.

Dr. Facciolla: no! per il tentato omicidio di. ..

Bruzzese F.: di Bevilacqua!

Dr.Facciolla: di Bevilacqua!

Bruzzese F.: il 2011!

Dr. Facciolla: il 2011 il definitivo

Bruzzese F.: ecco!

Dr. Facciolla: eh! questo lo so perché ho io …

Bruzzese F.: va beh … ma abbiamo fatto tre mesi di carcere per quel fatto là.

Dr. Facciolla: eh, per quel fatto là … e ho capito, però quello risale al 2003!

Bruzzese F.: 2003, si!

Dr.Facciolla: quando vi viene notificata l’ordinanza emessa dal GIP . di Cosenza, e  ve  l’ hanno notificata alla Caserma Paolo Grippo.

Bruzzese F.: si!

Dr. Facciolla: ve lo ricordate? Eh!

Bruzzese F.: si, è già c’era … e già c’era stata l’alleanza con i Bruni, a pieno titolo.

Dr. Facciolla: eh! certo! C’era stato … pochi giorni prima c’era stato l’omicidio di Martello Luciano … quindi …

Bruzzese F.: si, si.

Dr. Facciolla: ·ma poi questo lo sappiamo perché … lei lo sa che quel giorno, quando vi hanno convocato lì presso i carabinieri, è stato… Lamanna aveva qualcosa addosso… lo avete saputo questo? Aveva un elenco … aveva una scheda telefonica che ha cercato di distruggere …

Bruzzese F.: e il telefonino ce lo abbiamo rotto davanti ai carabinieri, si.

Dr. Facciolla: questo lo sapete?

Bruzzese F.: si! e c’ero io là!

Dr. Facciolla: e ditemele le cose, se no …

Bruzzese F.: e c’ero io là …

LGT Sorrenti: chiedo scusa, solo una cosa, fino alla data del  2003, quindi quando sta riferendo questi fatti, come lo soprannominavate voi a Miceli? Lei prima ha detto … ha fatto un riferimento…

Bruzzese F.: eh! lo chiamavano “grosso”.

LGT Sorrenti: “il grosso”, “u gruossu”?

Bruzzese F.: “il .grosso”, “u gruossù”, si!

Dr. Facciolla: “u grossicieddru”

Bruzzese F.: “u grossicieddru”, eh! “vummulicchiu” puru, “vummulicchiu”.

Dr. Facciolla: non si preoccupi, che il tempo ce lo abbiamo …

Bruzzese F.: si, si.

Dr. Facciolla: si deve ricordare le cose perché sono importanti insomma.

Bruzzese F.: si, no ma io …

Dr. Facciolla: il tempo è passato, però … è chiaro che uno parlando poi si ricorda …

Bruzzese F.: eh, ma Dottò lo sapete che cos’è? certe cose no… quando si è in certi ambienti li mandi nel dimenticatoio …

Dr. Facciolla: e va beh, è chiaro.

Bruzzese F.: perché li devi mandare a forza dentro il dimenticatoio, quindi dopo per tirarlo fuori …

Dr. Facciolla: poi diciamo che ne facevate parecchie in quel periodo di cose … e quindi ecco perché …

Bruzzese F.: certo! No … ma il problema è che … sulle rapine no … cioè la prima e l’ultima vi so … vi so dire le date, tanto per dire no! più o meno l’anno .. .

Dr.Facciolla: perché le avete fatte in prima persona e quindi …

Bruzzese F.: eh! però quelle che sono tra la prima e l ‘ultima … vi posso indicare i … cioè ve li posso indicare come posto, ma come periodo no, perché non …

Dr. Facciolla: va beh è chiaro.

Bruzzese F.: … non riesco a ricordarmele tutte, perché sono troppe, avete capito?. Quindi…

Dr. Facciolla: e quindi… ritornando sull’omicidio di Maringolo sbagliò diciamo a segnalare … aveva perso l’obiettivo?

Bruzzese F.: si! perché li ha chiamati dicendogli … indicandogli il posto dove era Maringolo, quelli sono usciti da casa di Attanasio, cioè che erano nel garage di Attanasio, sono usciti dalla superstrada, sono arrivati a via Panebianco, sono passati davanti alla caserma dei Carabinieri, là hanno visto … hanno visto il carabiniere Toscano, quello della scientifica, che stava entrando in caserma, o stava andando a prendere il caffè, e Michele no … dice a Carletto, che Carletto me lo ha raccontato, dice … <<quanto è dispettoso, ha visto a Toscano e ha detto … “muoviti, muoviti ad andare a prendere il caffè, che ora ti chiamano per andare a lavorare”>>, perché stava … da lì a pochi minuti uccidevano il Maringolo.

Dr. Facciolla: e si. Allora, lei mi diceva all’inizio che ha degli appunti che ha fatto In questi giorni, in questo periodo di carcere.

Bruzzese F.: si, si Dottò, però … ecco, però la parte dove … dove Nino mi dice e mi racconta il fatto, io l’ho scritta da… cioè l ‘ho scritta… che me lo ha detto il giorno dopo, e invece no, me lo ha detto la sera stessa, quello che mi ha raccontato Nino, quindi questa parte qua …

Dr.Facciolla: no … io solo per dire … quindi sono appunti che lei diciamo ha buttato giù per ricordarsi un po’ i fatti in questo periodo, ecco.

Bruzzese F.: si! Martello, si, si.

Dr. Facciolla: ma comunque lei mi ha detto già le cose … quindi non so se c’è qualcosa di diverso negli appunti, o c’è qualcosa che vuole aggiungere …

Bruzzese F.: no … no … se volete … se volete vi potete fare le copie …

Dr.Facciolla: no va beh … se il fatto è questo io non ho …

Bruzzese F.: è questo, è questo.

Dr. Facciolla: questo è il suo promemoria e lo può tenere tranquillamente, noi non abbiamo necessità di acquisirlo, a me interessa più … ovviamente è il ricordo, quella è la cosa più importante.

3 – continua