Le cantate di Daniele Lamanna. Ultima puntata

Advertising

Con questo ultimo verbale si concludono le cantate di Daniele Lamanna sui fatti criminali avvenuti sul Tirreno cosentino, tra Paola ed Amantea.

L’interrogatorio del dottor Facciolla condotto nel carcere di Lecce aveva questo scopo: individuare  i responsabili di almeno due omicidi avvenuti in quelle zone, dove, all’epoca dei fatti prestava servizio come PM presso la procura di Paola.

Dunque, le domande, come abbiamo spiegato, sono relative solo ed esclusivamente  a scoprire i rapporti tra il clan Bruni con quello dei Serpa di Paola. Infatti il dottor Facciolla chiede solo di questo. Per tutti i fatti criminali avvenuti a Cosenza ed in altri luoghi, i due pentiti (oltre a Lamanna, com’è noto, c’è Franco Bruzzese) hanno reso dichiarazioni ai PM della DDA di Catanzaro in decine e decine di verbali. Svelando nomi ed episodi “inediti” sia sotto il profilo criminale che politico/mafioso.

Dr.Facciolla: Senta,  dopo l’omicidio Martello lei in qualche modo vede Michele Bruni? E Nella Serpa?

Lamanna D.: si! si. .. a Nella non più di che, perché una volta che Insomma era successo questo… questo … questo fatto qui voglio dire … non … onestamente cercai di evitare personalmente io i contatti, anche perché non avevo… i contatti erano riservati, tra virgolette, quasi con Michele, tra Nella Serpa e Michele, e poi me ne andai..: insomma me ne andai in vacanza voglio dire … per fatti miei, che poi Michele venne… venne effettivamente e fu custodito da me, diciamo tra virgolette, in latitanza, in zona di Amantea.

Dr.Facciolla: e quindi poi da lì diciamo …

Lamanna D: si.

Dr.Facciolla: e mentre invece per quanto riguarda Cosenza, lei ha detto prima che quando l’omicidio Maringolo, in pratica i due azionisti sono partiti da casa di Attanasio Mario …

Lamanna D.: si.

Dr.Facciolla: chi è Attanasio Mario?

Lamanna D.: Attanasio Mario è un personaggio che incontro così… eh… direi quasi per caso, perché per conoscenza di Michele con Nella Serpa, e di conseguenza Nella Serpa… suocera di Attanasio Mario eh… sposato con Mary Serpa …

Dr.Facciolla: la figlia.

Lamanna. D.: e la casa di proprietà comunque … perché comunque chi pagava era sempre Nella, che la proprietà …

Dr.Facciolla: quella casa dove è stato lei diciamo?

Lamanna D.: si.

Dr.Facciolla: e lei c’è stato solo in quell’occasione?

Lamanna D.: no, ci sono stato in diverse occasioni.

Dr.Facciolla: quindi altre volte?

Lamanna D.: si.

Dr.Facciolla: perché? C’era un motivo preciso?

Lamanna D.: no, perché c’era … eh … Michele è stato anche lì latitante …

Dr.Facciolla: pure?

Lamanna D.: si, si, si.

Dr.Facciolla: quindi si andava per incontrare a Michele … e

incontrare a Nella pure?

Lamanna D.: e c’è stata … c’è stata· custodita anche una macchina per un furgone portavalori, una Mercedes 4Matic, 5200 a benzina, perché .. .

Dr.Facciolla: che doveva essere .. .

Lamanna D.: … perché doveva essere usata su un porta valori, e che invece fu· usata su un porta valori …eh … un rappresentante d’oro, a Cosenza.

Dr.Facciolla: quindi una rapina …

Lamanna D.: fu agganciato … fu agganciato quasi di fronte la caserma dei Carabinieri, sulla parallela.

Dr.Facciolla: il rappresentante?

Lamanna D.: si! e fu rapinato lì.

Dr.Facciolla: e chi l’ha fatta questa rapina?

Lamanna D.: eh … c’era Fiore Bevilacqua, detto “Nino”,

Giovanni Abbruzzese, e mio fratello.

Dr.Facciolla: Carlo?

Lamanna D.: … e Luca … e Luca Bruni, scusi.

Dr.Facciolla: e Luca Bruni, quindi loro quattro?

Lamanna D.: si, si.

LGT Sorrenti: scusi, ha detto… Giovanni Abbruzzese, Carlo Lamanna, Luca Bruni …

Lamanna D.: Luca Bruni, e Fiore …

Dr.Facciolla: e Bevilacqua Flore.

LGT Sorrenti: detto “Nino”?

Lamanna D.: si.

LGT Sorrenti: per l’omicidio di Martello lei ha parlato di ciò che ha fatto lei, quindi ha parlato di appostamenti e sopralluoghi. Vorrei capire, prima di arrivare a questi sopralluoghi, ,ci sono state delle riunioni che avete fatto per stabilire i componenti quello che dovevano fare, chi ha partecipato? Chi glielo ha detto a lei di fare queste …

Lamanna D.: notiziato da Michele …

LGT Sorrenti: se mi spiega …

Lamanna D.: si, sono stato notiziato da Michele, <<andiamo … :andiamo con Umile… ci accompagna Umile … >>, <<e chi siamo?>>,· <<siamo tizio caio e sempronio>>, Giovanni Abbruzzese … Michele … io …<<e poi chi troviamo? Chi troviamo?>>, <<troviamo un ragazzo di Fuscaldo … >>, <<come si chiama?>>, <<si chiama Maruzzu e appartiene a Franco Tundis … è un ragazzo di Franco Tundis … >>, queste cose qua, e questo era … e così è stato ….. così è stato pianificato diciamo in sostanza … in buona sostanza l’omicidio, pianificato in sostanza .. Ne fu parlato con Nella Serpa, ne fu parlato … ne fu parlato insomma… così, fu notiziato Pasqualino Besaldo, per dire che cadeva qualcuno in quel periodo, ma giusto per … così, non … non nello specifico, nello specifico cioè lo  sapeva soltanto Nella Serpa, Giovanni, Carlo, Michele …

LGT Sorrenti: Carlo chi?

Lamanna D.: Carlo mio fratello. Cioè queste persone lo sapevano.

LGT Sorrenti: che doveva essere fatta questa azione?

Lamanna D.: che doveva essere … doveva essere espletata.

LGT Sorrenti: cioè che la fase esecutiva doveva essere fatta

in questo modo.

Lamanna D.: si.

LGT Sorrenti: senta, poi le volevo ,chiedere, in seguito lei ha mai fatto riunioni anche con altri soggetti di Paola a Cosenza? Dopò l’omicidio di Martello si ricorda se è stato mai controllato o fermato …

Lamanna D.: si,si, una volta sono stato fermato nel cimitero, che io ero con Luca Bruni, e da Paola vennero … vennero … eh … vennero Giancarlo Gravina, Pasqualino Besaldo, Gennaro Bruni. ..

LGT Sorrenti: si.

Lamanna D.: eh … e non ricordo … mi pare che Ulisse Serpa se non sbaglio c’era pure …

LGT Sorrenti: e perché vi dovevate incontrare?

Lamanna D: perché comunque in ogni caso si doveva pianificare … si doveva pianificare tutto … la logistica insomma della… di quelli che erano gli interessi di Paola … il circondario … eccetera – eccetera.

LGT Sorrenti: per logistica che intendiamo? Dovevate commettere altre azioni delittuose?

Lamanna D.:  se era il caso si, perché c’erano ancora i La Rosa, si parlava dei La Rosa, si parlava insomma di altri personaggi di una certa rilevanza nell’ambito della formazione di Paola, cioè gli Scofano … Martello … Ditto … eccetera- eccetera.

LGT Sorrenti: quindi questi erano rimasti degli obiettivi

che dovevate eliminare?

Lamanna D.: si, rimanevano degli obiettivi.

LGT Sorrenti: quindi, La Rosa, Ditto, Scofano …

Lamanna D.: si, poi cadde … e io lo seppi quando Michele era latitante, cadde in una imboscata Orlandino Siciliano, che si riteneva amico … semplicemente magari simpatizzante di Martello Luciano, e di questo me ne parlò Michele.

Dr.Facciolla: con Edita, la compagna di Michele Bruni, ne avete avuto occasioni -rapporti di incontro per… nel periodo in cui stiamo .parlando?

Lamanna D.: no, no.

Dr.Facciolla: lei era presente in qualche …

Lamanna D.: si, si, si, perché qualche volta … qualche volta rimaneva … rimaneva a casa di Michele … eh … a casa di Mario … di Mario Attanasio, e l ‘ho vista … l ‘ho vista una volta … l’ho vista un paio di volte insomma.

Dr.Facciolla: ma si discuteva di queste cose davanti a lei? È capito a lei personalmente?

Lamanna D.: io no … ma io personalmente no.

Dr.Facciolla: a lei no.

Lamanna D.: a me personalmente no, però l’ho vista insomma che c’era.

Dr.Facciolla: ma quando Michele era latitante o era detenuto avevate contatti con Edita? Non vedevate …

Lamanna D.: no … io non c’ero.

Dr.Facciolla: lei non c’era.

Lamanna D.: cioè comunque c’ero quando è stato arrestato, dopodiché … e ci hanno arrestati subito … subito dopo a noi, cioè Michele è stato arrestato a dicembre, se non erro, e noi Siamo stati… cioè già noi non c’eravamo, eravamo sui posti per fare i furgoni … tra novembre – dicembre – gennaio – febbraio – marzo … cioè stiamo parlando di un periodo che facevamo la spola da qui a Corato, provincia… nella provincia di Bari, Corato o Canosa

Dr .Facciolla: sospendiamo per preparare …

LGT Sorrenti: eh, l’album .. · ·

Dr .Facciolla: allora, facciamo un attimo… vediamo se riusciamo a fare il riconoscimento fotografico, poi per oggi sospendiamo diciamo l’interrogatorio, sono le ore 19:05, dobbiamo predisporre un attimo l’album fotografico per vedere se conosce le persone…

Fine