Le cantate di Marco Massaro: gli amici

Advertising

Marco Massaro si canta gli “amici” uno per uno. E’ un fiume in piena. Svela completamente il giro di droga in città e nell’hinterland. Pusher e acquirenti. Nei prossimi verbali parla del suo “gruppo di Andreotta”.

“…Ho conosciuto M.R. circa tre anni fa perché mi è stato indicato come persona in grado di fornirmi stupefacente di ottima qualità. Dunque mi sono più volte rivolto a lui per acquistare marijuana e cocaina; nell’ultimo periodo mi ha fornito anche dell’hashish del tipo “adrenalina”. Per quello che so M.R. è una persona che dispone di molto denaro, per cui è in grado di acquistare stupefacente all’ingrosso sia da A. C. che da R. P. e da R.P.

In alcune occasioni M.R. mi ha accompagnato alle predette case degli impiegati postali, a Rende, dove ha prelevato lo stupefacente, appartenente ad A. C. e me l’ha consegnato. Mi risulta direttamente che M. R. ha a disposizione delle armi. Infatti, circa un mese addietro ci siamo incontrati e mi ha mostrato una pistola semiautomatica cromata cal. 7,65 che egli portava alla cintola. Preciso che tale arma aveva il colpo in canna.

M.R. mi ha poi raccontato che la polizia aveva rinvenuto delle pistole e un certo quantitativo di droga nei pressi della sua abitazione di Nogiano, ma che a suo carico non era stata elevata nessuna accusa in quanto erano state trovate, sì vicino a casa sua, ma su una strada pubblica.

parco bambini

In un’altra occasione ci siamo incontrati a Marano Marchesato nei pressi dei campetti di calcio e qui M. R. ha prelevato da sotto dei giochi per bambini che si trovano nei pressi della struttura sportiva, un involucro contenente due pistole e mi ha chiesto di accompagnarlo a bordo della sua autovettura perché doveva trasportare le armi presso la propria abitazione di Nogiano.

Avevo frequenti contatti con M. R. su Facebook, in tali circostanze ci davamo appuntamento per lo scambio di stupefacenti. M. R. è un tipo molto riservato e svolge le sue attività di trafficante di stupefacenti ottimamente, tant’è che finora l’ha fatta franca. So per certo che in tale attività illecita può contare sulla complicità della sua fidanzata di cui non conosco il nome.

Mi risulta altresì che egli ha la disponibilità di un appartamento in affitto che si trova molto lontano dalla sua casa di abitazione dove risiede con i suoi genitori. In relazione a quanto testè detto, circa 20 giorni fa M. R., avendo smarrito le chiavi del suo appartamento in affitto, mi ha contattato per chiedermi se ero in grado di forzarne la porta, poi invece ha deciso di rivolgersi ad un fabbro che ha ovviato all’inconveniente. Comunque io mi ero procurato un piede di porco per venire incontro alle esigenze di M. R.

Ho abbandonato tale arnese a Marano Principato vicino ai campi di calcetto, temendo che se la forze dell’ordine l’avessero trovato, mi avrebbero denunciato. Infine, rappresento che M. R. possiede un’autovettura Fiat Punto di colore grigio a cui manca la mascherina del cofano motore.