Le mani del Cinghiale anche sui vigili del fuoco: chi sarà il nuovo comandante?

Advertising

Si dice che vox populi è vox Dei e allora, se è vero, com’è vero, che è così, dobbiamo credere che Massimo Cundari, alias Massimuzzu i Santuvitu, a breve sarà il nuovo comandante dei vigili del fuoco di Cosenza.

Nonostante una carriera ormai trentennale, non ci era ancora capitato di parlare o scrivere “male” del sistema dei vigili del fuoco e invece stiamo apprendendo che anche lì ci sono molte cose che non vanno.

Voi pensate che i vigili del fuoco spengano solo incendi? Vi sbagliate…
Nel giro dei vigili del fuoco, per esempio, c’è la gestione dei volontari, da Acri a Trebisacce, da Mangone a San Giovanni in Fiore, un bel giro di soldi e voti a volontà.
Pensate agli affitti, alle spese dei riscaldamenti e del gasolio, del vestiario e delle raccomandazioni…
image
Ma nei vigili del fuoco, oltre ai volontari, ci sono anche i discontinui, i famosi precari che sono accontentati proprio con il benestare di personaggi come Massimo Cundari e soci, che hanno come unico punto di riferimento, indovinate un po’? Tonino Gentile alias il Cinghiale, appena nominato (tra lo scandalo generale e l’indignazione repressa dei cosentini) sottosegretario del governo Renzi.
Eh sì, perché nei vigili del fuoco gira anche tutta l’attività di prevenzione incendi, un affare mica male gestito finora appunto da Massimo Cundari e da un certo Piero Olivito, ora in pensione.
Dietro il servizio prevenzione incendi, c’è tutto un sistema che si muove in maniera ovviamente clientelare per non dire altro. C’è la gestione dei pareri per aprire un’attività, tanto per fare un esempio pratico. E, chissà come mai, da qualche tempo a questa parte, diciamo gli ultimi cinque anni, Massimuzzu i Santuvitu ha fatto un gran salto di qualità.
Un funzionario dello stato con “appena” 1800 euro al mese (ad averceli!), come ha comprato un appartamento di 300 mq in un palazzo nuovo in via Nicola Serra? E una Bmw? E come fa a camminare “firmato” dalla testa ai piedi? E con quali soldi? Quelli dello zio costruttore?
Non lo sappiamo. Quello che sappiamo con certezza, invece, è che a a un certo punto Tonino Gentile decide e Massimuzzu potrebbe diventare addirittura comandante dei vigili del fuoco. Tanto, con Alfano, il ministero dell’Interno è cosa sua…
Cundari ora è parcheggiato tomo tomo cacchio cacchio presso la direzione regionale dei vigili del fuoco Calabria e, secondo quanto si apprende, presto arriverà a Cosenza come comandante. Si accettano scommesse… a meno che Iacchite’ non riesca a fermare in extremis l’ennesima manovra del Cinghiale.