Lecce-Cosenza 1-0: decide Mancosu ma i Lupi protestano per il gol annullato a Baclet

Advertising

Lecce – Cosenza è il posticipo di giornata. Davanti ad una buona cornice di pubblico i giallorossi cercano la mini fuga in classifica contro un Cosenza che invece cerca di tirarsi fuori dalla zona rossa della classifica. I due tecnici optano per il 4 3 1 2, moduli speculari in campo dunque. Liverani, il presente, contro Braglia il passato.

E’ un Lecce propositivo dall’inizio. Arrigoni al quarto minuto ci prova dalla distanza. La risposta ospite è nella conclusione di Mendicino che si gira bene dal limite e calcia tra le braccia di Perucchini. Il Lecce presidia costantemente la metà campo del Cosenza e al 15esimo ci prova Lepore dalla distanza con il sinistro.

Clamoroso errore di Marino al 22esimo che innesca la ripartenza di Mungo che trova la porta ma anche l’intervento provvidenziale di Perucchini. E’ lo stesso attaccante a ripetersi poco dopo, stavolta la sua mira è alta.

Al 33′ poi gol annullato a Baclet, che – secondo l’arbitro – commette fallo su Lepore mentre finalizza un cross di Statella. Proteste dei Lupi (nell’intervallo ai microfoni di Raisport protesterà addirittura il patron Guarascio!) ma l’episodio che poteva cambiare volto alla partita viene così “neutralizzato”. 

Si rivede il Lecce solo nel finale di tempo con Armellino che sugli sviluppi di un calcio d’angolo riesce a coordinarsi benissimo calciando un pallone dall’interno dell’area di rigore appena fuori misura.

Il Cosenza prende coraggio e riesce a chiudere gli spazi in campo, la soluzione può essere il tiro dalla distanza. Ci prova Pacilli con un sinistro che viene deviato quel tanto che basta per spegnersi appena alto sulla traversa di Saracco. Ancora un pericolo per la porta del Cosenza sempre sugli sviluppi di un corner. Il difensore giallorosso Cosenza non controlla benissimo ma calcia ugualmente a lato.Altra importante occasione in pieno recupero per Torromino che approfitta di una non puntuale ribattuta della difesa ospite per calciare di prima intenzione. Anche stavolta la mira non è delle migliori. Si chiude la prima frazione sul risultato di 0-0.

Nella ripresa parte nuovamente forte il Lecce ma la prima conclusione è di Baclet che vede il suo tiro deviato in angolo. Al 13esimo arrivano i cambi per Liverani. Fuori Torromino, Marino, e Pacilli entrano sul rettangolo verde Di Piazza, Ciancio e Riccardi. Al 15esimo Caturano viene lanciato da Mancosu ma viene steso poco prima di entrare in area di rigore. Sulla successiva punizione dal limite Lepore calcia appena alto sulla traversa.

Rischia il Lecce al 19esimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Dermaku da ottima posizione colpisce di testa indirizzando però a lato.

Di Piazza prova a segnare la svolta al 23esimo con un tiro dal limite finito appena alto con Saracco immobile sulla linea bianca. E’ il preludio del gol del vantaggio giallorosso che arriva al 28esimo. La mattonella è la stessa di Matera e il giocatore sempre lui, Mancosu, che esplode un destro di chirurgica precisione da 25 metri che si insacca alle spalle di un incredulo Saracco. 

Il Cosenza si sbilancia alla ricerca del pareggio che non arriva e Lepore prova con un tiro dal limite a chiudere i conti senza riuscirci. Il Cosenza non ha più spazi giocabili e la reazione è nella punizione dal limite dell’area affidata ai piedi di Loviso. Traiettoria sporcata dalla barriera e palla in calcio d’angolo. E’ l’ultimo brivido della partita. 

LECCE-COSENZA 1-0

LECCE (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino (Riccardi 13′ s.t.), Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (Ciancio 13′ s.t.); Torromino (Di Piazza 13′ s.t.), Caturano (Costa Ferreira 43′ s.t.).

In panchina: Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Lezzi, Dubickas, Tsonev, Gambardella
Allenatore: Liverani

COSENZA (4-3-1-2): Saracco; Corsi, Idda, Dermaku, D’Orazio; Calamai, Loviso (Liguori 40′ s.t.), Statella; Mungo; Mendicino, Baclet (Caccavallo 17′ s.t.).

In panchina: Perina, Pinna, Palmiero, Pasqualoni, Boniotti, Stranges, Trovato, Pascali, Gaudio.
Allenatore: Braglia

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

Marcatore: Mancosu 28′ st