L’epistolario di Fausto Gullo al DAM dell’Unical

Advertising

L’Associazione Culturale Entropia organizza la presentazione dell’ultimo libro di Oscar Greco “Caro Compagno. L’epistolario di Fausto Gullo” (Guida Editori 2014). Domani, giovedì 5 novembre, alle ore 18 al DAM (Zona Filorosso) dell’Università della Calabria, ci saranno a discutere con l’autore il docente Unical Giancarlo Costabile, il sindaco di Rende Marcello Manna e il prof. Franco Piperno. Introduce e modera il dibattito la giornalista Simona De Maria.

La cura e la pubblicazione dell’epistolario di Fausto Gullo (1887-1974) riportano all’attenzione del pubblico italiano la figura di un dirigente politico e di uno statista del cui rigore si son perse le tracce e, forse, persino il seme del ceto politico italiano. Animato da una visione profondamente egualitaria dei rapporti umani e fedele fino alla morte agli ideali rivoluzionari della gioventù, Fausto Gullo ha difeso con coerenza e senza compromessi l’idea della necessità di un radicale rovesciamento delle istituzioni economiche, sociali e politiche del Paese per il riscatto degli strati più disagiati della società, in primo luogo dalle masse rurali e bracciantili del Meridione. Dotato di un’autonomia di giudizio e di uno spirito critico che pochi nel Partito comunista potevano permettersi, non ha esitato a contrastare la linea del partito su temi scottanti quali il meridionalismo e la politica agraria, la netta chiusura, ispirata da Amendola, nei confronti del movimento studentesco degli anni ’60 e, soprattutto, la deriva verso un cauto riformismo che, nell’auspicio di un dialogo con i cattolici, spingeva inesorabilmente i comunisti verso il compromesso con la Democrazia cristiana.

Oscar Greco è ricercatore precario di Storia presso l’Università della Calabria. Ha scritto altri interessanti saggi come “Lo sviluppo senza gioia. Eventi storici e mutamenti sociali nella Calabria contemporanea” (2012), “Rivoluzionari e migranti. Dizionario biografico degli anarchici calabresi” (2010), “Da emigranti a ribelli. Storie di anarchici calabresi in Argentina” (2009). L’epistolario di Gullo contiene una prefazione di Piero Bevilacqua.