Lettere a Iacchite’: “A Rose siamo senz’acqua e il Comune non fa nulla”

Advertising

Spettabile redazione,

scrivo questa mail per la disperazione. Sono un cittadino del comune di Rose esattamente abito in contrada Varrolate, ho comprato una casa di nuova costruzione quasi dieci anni fa e da allora è cominciato il calvario d’estate.

A partire dal mese di maggio, il Comune inizia a chiudere l’acqua ogni notte per poi arrivare nei mesi più caldi a tenere l’acqua chiusa 2 o 3 giorni tanto è vero che finiscono anche i 10.000 litri di acqua che abbiamo come riserva condominiale.

Abbiamo provato in tutti i modi a risolvere il problema chiamando l’ufficio tecnico o chiamando il vicesindaco, una volta ho anche chiamato i carabinieri ma niente da fare, eppure paghiamo puntualmente bollette profumate!

Chiedo per favore di fare un appello al Comune di Rose perché la situazione è ormai insostenibile, ieri era domenica, volevo passare una giornata tranquilla di riposo in casa, ma mi sono svegliato senza avere una goccia d’acqua dalle fontane, sono dovuto scappare al mare per la disperazione. Aiutateci: siamo davvero disagiati.

Cordialmente.

Francesco Illibato