Lettere a Iacchite’: “All’ospedale di Rossano vogliono rubarci i posti di lavoro”

L'ospedale di Rossano
Advertising

Lavoro come ausiliaria specializzata all’ospedale di Rossano a tempo parziale.

Circa due anni fa io e molti altri abbiamo fatto un corso di riqualificazione professionale per diventare ed essere riconosciuti operatori socio sanitari.

Sono oltre dieci anni che lavoriamo come ausiliari ma in realtà lavoriamo come OSS (operatori socio sanitari) a tutti gli effetti.

Non possiamo avere le 36 ore e nemmeno il passaggio giuridico ad OSS a causa o “per colpa” (scegliete voi) del piano di rientro.

Ora, abbiamo appreso che in questi giorni si stanno verificando delle strane assunzioni a tempo determinato per tre mesi, che risalgono (almeno così dicono) ad una famosa graduatoria del 2007.

La vicenda è la stessa che avete pubblicato voi di Iacchite’ il 27 luglio scorso per Cosenza. Siamo preoccupati: ci vogliono rubare il nostro lavoro e si parla di 18 OSS tra Rossano e Corigliano.

Volete per favore denunciare con il Vostro giornale questo stato di cose? In fin dei conti per avere gli OSS non hanno bisogno di andare lontano: ci siamo e lavoriamo tutti i giorni nei vari reparti.
Lettera firmata