Lettere a Iacchite’: “Anche Dipignano in ginocchio per la mancanza d’acqua”

Advertising

Anche Dipignano è in ginocchio per la mancanza d’acqua.

E c’è d più, carissimo. I numeri d “Acque Potabili” non funzionano affatto e ti fanno chiamare a un numero di Catanzaro che non risponde alle ripetute telefonate effettuate da me.

Ho avuto persino la visita del caro sindaco Guglielmo Guzzo domenica scorsa, accompagnato dal vigile “so tutto io” dopo svariate mie telefonate, sia alla Protezione Civile sia ai carabinieri.
Gli operatori della Protezione Civile mi indicavano persino cosa fare dandomi il consiglio di far richiedere dal sindaco l’autobotte… figuriamoci se mi dava ascolto…

Dopo le mie continue lamentele per i disservizi generati dalla mancanza d’acqua, ho dovuto intrufolarmi nel campo sportivo per reperire l’acqua a costo d farmi arrestare…

Così ho detto al sindaco e al vigile urbano domenica scorsa: “Che mi arrestino pure, io non posso comprare acqua minerale” e inoltre mi veniva consigliato di passare una fiamma ardente sui tubi per far sì che si scongelassero… altro che fiammella, ho appiccato il fuoco al contatore per poi sapere che c’era una rottura al condotto centrale dei Cappuccini…

Non mi son fermata qui… ho minacciato verbalmente gli operai che erano sul posto per riparare il guasto affinché venissero a cambiare il mio contatore scoppiato dal gelo…

NON SI POSSONO LASCIARE FAMIGLIE SENZA ACQUA PER PIÙ DI 3 GIORNI E PER DI PIÙ SENZA LA POSSIBILITÀ DI SCALDARSI COL TERMOCAMINO, che come sapete funziona con circuito idrico..
Ora, situazione attuale ?
Ghiaccio… e che diamine un po’ di sale sulle strade NO? Ma non avendolo in zucca figuriamoci se lo versavano a terra… e neppure ieri scuola…

Sono molto avvilita con questo sindaco e ne avrei ancora da scrivere ma non voglio annoiarvi più d tanto… “i guai da pignata i sa sulu a cucchiara ca riminia”…

E ora dovrei pagare il contatore nuovo? “Ma mi faccia il piacere…”.

Mariarita Gaudio