Lettere a Iacchite’: “ASP, ci dite se ci possiamo vaccinare?”

Advertising

L’argomento che vi ripropongo riguarda la gestione e programmazione delle vaccinazioni contro il meningococco, che sono alla ribalta nazionale per i diversi casi verificatisi e in essere.

Come ho avuto modo di segnalare, l’ambulatorio dell’Asp di Cosenza che somministra i vaccini non è in grado di dare risposte chiare ai cittadini che chiedono di potersi vaccinare contro tale malattia. Io da oltre due mesi vengo sistematicamente rinviato di giorno in giorno con la stessa motivazione: “sono ultimati dovrebbero arrivare a giorni” , ma poi l’impiegato di turno non è al corrente sulla data e soprattutto non sanno dire quanti vaccini sarebbero  disponibili.

L’unica risposta che danno è quella che loro sono degli impiegati e che bisogna rivolgersi direttamente alla direzione. Vi segnalo ciò in quanto penso che abbiate una sensibilità anche verso tali problematiche che sono sempre riconducibili alla cattiva politica, che però danno un quadro di come siamo messi male su tutti i fronti e il mio augurio è che non si creino emergenze quali quelle in esame, altrimenti sarebbe un bel guaio vista l’efficienza con la quale operano le nostre strutture nel campo sanitario: mi verrebbe da dire che siamo peggio dei paesi del terzo/quarto mondo!

Ermanno Giglio