Lettere a Iacchite’: “Cassano, l’ingiustizia dei bagni pubblici”

Advertising

Sono un cittadino di Cassano Ionio e sono disoccupato da due anni.

Oggi voglio denunciare un’ ingiustizia che succede al mio paese sotto gli occhi di tutti. Nella piazza principale ci sono i gabinetti pubblici.

Da qualche anno il sindaco Giovanni Papasso ci ha messo a lavorare la moglie di un signore che nella campagna elettorale gli ha guidato la macchina della propaganda.

La cosa strana è che questa signora nei gabinetti non ci ha mai messo piede perché il suo lavoro lo fa il marito che ha pensione di invalidità.

Penso che questa sia un’ingiustizia perché questa persona per pulire i bagni prende 400 euro dal Comune e il marito ha una pensione di invalidità civile e lavora tutte le mattine a lavare i bagni. Quando invece poi a Cassano c’è gente come me che è disoccupata da anni e non sa dove sbattere la testa.

Cordiali saluti

Un cittadino di Cassano Ionio