Lettere a Iacchite’: “Come mai Chiappetta figura tra gli eletti?”

Da sinistra: Piercarlo Chiappetta, Roberto Occhiuto, Carmine Potestio e Carmine Vizza
Advertising

Leggo, non Le nascondo con un certo compiacimento, il nome di Piercarlo Chiappetta tra gli eletti dell’ufficio elettorale.

E’ evidente come il lavoro da Lei egregiamente svolto ha avuto i suoi effetti. Già voci correvano circa il ritiro della rinuncia (alla candidatura o alla consiliatura, ancora non si è capito) da parte del Chiappetta dopo i Suoi articoli.

Ad oggi, con la sua proclamazione, le stesse voci sembrerebbero confermate. E’ evidente che il clamore fatto attorno alla prossima nomina del Chiappetta a presidente dell’Amaco ha avuto i suoi effetti, fino al punto da costringerlo a fare un passo indietro.

kiappAdesso che tutto il teatrino messo su dal Chiappetta è stato smascherato, grazie al lavoro svolto da Lei dr. Carchidi, il Chiappetta rinuncerà alla carica di consigliere, sic et simpliciter per favorire DAVVERO l’entrata della prima dei non eletti, o resterà invece ben saldo alla poltrona di consigliere, non potendo per il momento andare a fare altro ?

Per il momento non posso che ringraziarLa per l’attenzione che ci ha prestato fino ad ora, e non posso che ringraziarLa per il lavoro che ha svolto e che svolge quotidianamente, per far sì che la verità dei fatti venga ristabilita e che i cosentini possano avere a disposizione un’opinione in più che non sia solo quella della stampa di regime. Infiniti ringraziamenti.

Lettera firmata