Lettere a Iacchite’: “Faccia di plastica, ferma il macello delle vaccinazioni”

Raffaele Mauro, direttore generale dell'ASP di Cosenza
Advertising

Mister Iacchite’, buongiorno,

hai impegni in questi giorni? Se sei libero, perché non vai a farti un giretto all’ufficio vaccinazioni, su via delle Medaglie d’Oro. Troverai tanta gente in fila, che accompagna i propri piccoli a fare le dovute vaccinazioni.

Neonati, bimbi un po’ più grandi, e poi persone adulte (allarmismo da meningite B, forse anche giistificato).

Troverai, inoltre, una sola stanza dove vengono fatte le vaccinazioni. La guardia giurata che “grida” i numeri della fila e noi come tanti pecoroni che ci avviciniamo al nostro turno.

Vai Mister Iacchite’, il direttore di tutto questo macello, incurante delle esigenze dei più piccoli, sbaglio o è il tuo amico Dott. Mauro, quello che tu chiami Faccia di plastica?

Fagli capire a questo direttore le cose come dovrebbero funzionare. Ti posso solo dire che sembrava di essere ad una fiera, tra caldo, bimbi agitati, loro che scarseggiano come numero di personale, la guardia che fa un po’ di tutto. Vai Mister, pensaci tu…

Lettera firmata