Lettere a Iacchite’: “La portavoce del sindaco non può collaborare con i giornali”

Advertising

La portavoce del sindaco di Cosenza è Iole Perito. Lanciata in questo ruolo da Mario Occhiuto, ha conservato l’incarico anche per il secondo mandato.

In questa sede non ci interessa se sia brava o meno brava, professionale o meno. Il problema è che ha annunciato la sua collaborazione a La Stampa di Torino, scrivendo il suo primo articolo nel quale, tra le righe, si legge anche una menzione speciale per un regista vicino al suo sindaco. Ma non è questo il punto.

Si occupa di gossip, come ha spesso fatto del resto.geppoIl guaio è che la portavoce del sindaco queste cose non le può fare perché la legge 150/2000 le vieta di collaborare con giornali, enti, eccetera.

“… Il legislatore, come per il capo ufficio stampa e l’addetto, pone delle limitazioni al portavoce del sindaco nell’esercizio delle sua libertà d’iniziativa per tutto il periodo di tempo in cui svolge l’incarico. Non può esercitare attività nei settori radiotelevisivi, del giornalismo, della stampa e delle relazioni pubbliche (art. 7, 1° comma). * * *”. 

Al Comune guadagna circa duemila euro più i buoni pasto, almeno fino a febbraio.

Se non bastano, si faccia aumentare lo stipendio, ma la legge non ammette eccezioni.

Lettera firmata