Lettere a Iacchite’: “Occhiuto, il sindaco che sta sempre dalla parte del più forte”

Advertising

Siamo quel gruppo di residenti di via De Rada che le hanno scritto qualche giorno fa per protestare contro l’ennesimo monumento di cemento in pieno centro a Cosenza in pochi metri quadrati di terreno.

Le nostre proteste di cui si è fatto portavoce Iacchite’ hanno sortito, come ci aspettavamo, da parte del Comune di Cosenza, capeggiato da un truffatore cazzaro come scrivete giustamente quasi ogni giorno, l’effetto punitivo nei confronti dei cittadini. E così il cazzaro ha concesso a questi palazzinari di merda l’autorizzazione ad occupare ambo i lati della strada di via De Rada per una lunghezza imprecisata fino al 20 febbraio 2017.

In barba alle mamme ed ai padri che devono accompagnare i propri figli presso l’istituto De Matera, ai lavoratori degli uffici circostanti ed agli stessi residenti.

puni Un’amministrazione rispettosa dei diritti dei contribuenti e non solo dei palazzinari avrebbe dovuto circoscrivere gli spazi concessi con strisce disegnate a terra per evitare che gli operai impegnati potessero ogni giorno occupare altri e più ampi spazi.

Siamo oltre i 100 metri occupati fino ad ora ed ancora aumentano a vista d’occhio.

Appena va via una macchina piazzano un cavalletto con ordinanza comunale. Un abuso bello e buono. Tra l’altro gli uffici comunali avrebbero dovuto tenere conto degli orari scolastici per regolamentare la sosta e le manovre di tir e camion, come in un qualunque paese civile si sarebbe fatto, perché il movimento di tali mezzi su una strada di per se stretta crea disagio e  pericolo.

I residenti ed i rappresentanti delle classi della De Matera chiedono un intervento intelligente e adeguato al rispetto dei diritti di tutti.

Un gruppo di residenti di via De Rada

Cari residenti di via De Rada, a Cosenza non c’è Giustizia, come sapete. Occhiuto, con decenza parlando, fa il cazzo che gli pare. Al Tribunale vige il codice penale “Occhiuto-Granieri (oggi Spagnuolo)” secondo il quale i potenti possono fare e disfare a loro piacimento e noi cittadini, sudditi, dobbiamo stare zitti.

Al Comune viene assunto come dirigente un nipote del procuratore Spagnuolo, per cui, anche se ci sono inchieste contro Occhiuto e i suoi sodali, vengono insabbiate o archiviate.

E voi, cari cittadini di via De Rada, pretendete Giustizia? Non l’avrete mai ma almeno, grazie a Iacchite’, potete far vedere a tutti che razza di sindaco abbiamo. Un delinquente, corrotto, truffatore e cazzaro che sta sempre dalla parte del più forte.

Un fascista nato mascherato da cattolico.