Lettere a Iacchite’: “Perché è stato chiuso il servizio legale gratuito della UIL?”

Advertising

Caro dottore Carchidi,

sono un pensionato iscritto alla Uil provinciale di Cosenza, anzi un ex iscritto visto che a gennaio farò la disdetta.
Un sindacato che sta andando alla deriva e che priva i suoi iscritti dei servizi fondamentali non va per niente bene.
Lo vorrei dire al signor Roberto Castagna, che è lì da una vita.
Vorrei chiedere a lui perché è stato chiuso il servizio legale di assistenza gratuita che funzionava bene, almeno due volte a settimana.
Allora ci si recava al sindacato e si trovavano risposte, oggi se chiami ti dicono di rivolgerti all’avvocatessa A. M. di Montalto Uffugo. E questa sarebbe democrazia?
Lettera firmata