Lettere a Iacchite’: “Bisignano, Lo Giudice e soci vogliono deturpare il nostro paese con l’aiuto di Pittella”

Lo Giudice e Pittella
Advertising

Bisignano, da Umile Bisignano a Francesco Lo Giudice è sempre la stessa storia.

Caro Direttore, sono un umile cittadino di Bisignano, in questi giorni sto seguendo i vari comizi, ma nel mio comune le cose a quanto vedo non cambiano.

Questi candidati a sindaco, non so fino a che punto amano la propria città. L‘amministrazione uscente già ha dimostrato di non aver a cuore la propria città, perché voleva costruire sul proprio territorio una mega PIATTAFORMA tecnologica che avrebbe portato nella mia bella città 180.000 tonnellate di spazzatura, con relativo danno alla salute di tutti noi cittadini.

Il candidato del Rinnovamento, il dott. Francesco Lo Giudice, ha formato una lista giovane, dove all’interno ci sono alcuni candidati che ci fanno riflettere, in particolare una signorina candidata che è la figlia di un dipendente della CONSULECO (avete capito bene, si, parlo proprio di quel depuratore privato al centro dello Scandalo ENI). Mi chiedo solo PERCHE’ ?

Un altro candidato è il socio in un’azienda del sig. Francesco Rosa (figlio di Angelo Rosa, membro del PD), mi chiedo PERCHE’?

Un altro candidato, è il candidato dei candidati, il futuro stratega della politica bisignanese, ovviamente per farsi i fatti propri, il Sig. Nicoletti Lucantonio, che come sappiamo si è fatto eleggere consigliere alla Provincia con i voti dell’amministrazione uscente, sembra fantapolitica ma è tutto vero, in ogni caso il Nicoletti le sue elezioni le ha già vinte, perché se la sua lista o vince o perde, lui sarà il primo eletto, quindi confermato alla carica di consigliere alla Provincia.

Poi in questi giorni c’è stato a Bisignano l’europarlamentare Gianni Pittella, molto amico del candidato a sindaco Lo Giudice, chi è Pittella lo sappiamo tutti, mi chiedo PERCHE’ e cosa è venuto a fare a Bisignano?

Durante i comizi di Lo Giudice non si parla di Ambiente, Perché?

Ho paura che abbia in serbo per noi qualcosa di brutto, tipo l’ampliamento del depuratore Consuleco e qualche centrale a biomasse. Forse pochi ricordano, ma anni fa, il papà del Lo Giudice, quand’era sindaco di questa meravigliosa città voleva costruire un INCENERITORE, sì avete capito bene, un mega impianto per bruciare l’immondizia, HO PAURA CHE LA STORIA SI RIPETA, da padre in figlio.

Un altro candidato a sindaco è Francesco Fucile, con una lista un po’ discutibile, però ha detto sul palco che se vince lui, la prima delibera di Consiglio e Giunta, sarà che sul territorio comunale non si potranno costruire impianti, piattaforme e centrali che inquinano e danneggiano la salute umana e l’ambiente, e per una Città con un ALTO tasso di morti per tumori è una buona proposta.

Cari amici, scegliamo bene…

Lettera firmata