Lettere a Iacchite’: “Civita set cinematografico: una grande occasione per tutti”

Danny Boyle, regista della serie "Trust"
Advertising

Lettera al caro amico professore Mario Bellizzi

Leggo la sua lettera a Iacchite’ del 27 agosto avente ad oggetto “Deturpazione e inquinamento a Civita” (http://www.iacchite.com/lettere-iacchite-calabria-film-commission-la-smettete-giocare-sulle-nostre-bellezze/).
Deturpazione e inquinamento che sarebbero causati a Civita dalle riprese cinematografiche che la società Lotus Production sta effettuando per la serie TV “Trust”.

Ti voglio assicurare, a riguardo, che i civitesi sanno distinguere tra il bene e il male ed è grazie a questa sensibilità che dal 1970 ad oggi sia le amministrazioni comunali che il circolo culturale “Gennaro Placco” con la sua rivista “Katundi Yne” e con la sua pubblicità da circa 50 anni, hanno sempre lavorato per il bene del paese, così da farlo conoscere in tutto il mondo.

Non è la prima volta che Civita viene scelta come set cinematografico. Credo che sia il quarto film che viene girato a Civita e mai ci sono stati i problemi sollevati. Anzi, il set attuale è così dotato di mezzi, strumenti ed altro da non creare problemi di alcun genere e anche attraverso questi filmati, oltre che alle iniziative private e alle associazioni, Civita è diventata ancora più conosciuta nel mondo.
Un ringraziamento va dato alla società che ha scelto anche Civita tra le location per il film, al sindaco che si è prodigato per le varie necessità, all’amministrazione tutta e ai civitesi che hanno accolto con orgoglio la produzione, consapevoli che si trattava di una occasione da non trascurare.
A conti fatti, caro amico, Civita ne esce vittoriosa e sarà sempre più conosciuta in ogni angolo della Terra.

Pietro La Cattiva