Lettere a Iacchite’: “Il Cosenza Calcio e il nulla di Guarascio”

Advertising

Il presidente del Cosenza Calcio Eugenio Guarascio, mediocre personaggio calcistico, non accetta critiche e con arroganza decide di non mandare più nessun calciatore del Cosenza nella trasmissione A Lupo A Lupo che va in onda ininterrottamente da 21 anni.

Questa decisione scaturisce dalle critiche mosse dal sottoscritto nei confronti della gestione Guarascio in questi 6 anni. Ho detto che è stata una gestione fallimentare: sotto il profilo dei risultati non abbiamo vinto nessun campionato, non abbiamo riportato i tifosi allo stadio non abbiamo dato in tutti questi anni a nessun giocatore del settore giovanile la possibilità di mettersi in luce, non abbiamo una casa per i giovani che sono costretti a girovagare per i campi di Cosenza, non abbiamo nessun giocatore di proprietà.

Ho ricordato che quest’anno è il peggiore dell’era Guarascio: siamo penultimi in classica con 8 punti distanti dalla prima di 18 punti, abbiamo la peggiore difesa del campionato con 16 gol al passivo e uno dei peggiori attacchi con 7 gol fatti, abbiamo esonerato un mister dopo 6 giornate. Penso di non aver detto nulla di grave ma questo incompetente circondato da incapaci come risposta non manda i giocatori in trasmissione offendendo i telespettatori. Il mio rimane un giudizio negativo su questo piccolo personaggio che forse ha un solo merito. quello di vincere i campionati dei conti che purtroppo alla lunga non serve a niente. Grazie Guarascio di aver ogni anno illuso i tifosi del Cosenza promettendo il NULLA…

Luigi Cosentini