Lettere a Iacchite’: “Politiche 2018, vi sveliamo il patto tra il Cinghiale e Morra su Castrovillari-Paola”

Pino Gentile attorniato dai familiari di Morra

Siamo arrivati alla fatidica data finale della composizione delle liste e da Roma giungono le notizie che avevamo previsto.

Ieri sera a Roma Tonino Gentile ha chiuso il cerchio ed il figlio Andrea sarà candidato di Forza Italia sul Tirreno cosentino (collegio uninominale Castrovillari-Paola) confermando quanto noi avevamo anticipato da agosto e ultimamente.

La vittoria di Gentile sulla Santelli è inequivocabile e la forza dimostrata dal senatore a Roma non ha avuto alcuna contrapposizione non tanti per volontà ma per mancanza di potere della Santelli stessa.

Ma la cosa più interessante è che Gentile jr correrà senza avversari.
Tolti i Pdioti, che partendo con l’handicap della divisione con D’Alema (Lista di Piero Grasso) si sono autoeliminati, gli unici avversari sarebbero stati i grillini.A Cosenza (e soprattutto a Roma) corre voce di un accordo tra il senatore Gentile e il senatore Morra ed è dimostrato dal fatto che Morra voglia imporre una imprenditrice del settore sanitario, direttrice di una clinica di Lappano (Cosenza), come candidata all’uninominale alla Camera nello stesso collegio nel quale si candida il figlio dell’ex sottosegretario Gentile. Quest’ultimo è il re della sanità calabrese. E’ difficile pensare che una direttrice di una clinica di Cosenza, tale Candida Tucci, possa mai andare contro Gentile.

Sembra che l’accordo preveda una facile elezione per il figlio di Gentile, che ricambierà il favore a Morra facendolo votare al Senato a Cosenza e qui il professore ci guadagna due volte, sia per i voti a se stesso sia perché meno grillini entrano in quota “M5S provincia Cosenza” più lui avrà vita facile a comandare il movimento cosentino e calabrese grazie al suo ruolo a Roma.

Andrea Gentile

Infatti a parte i due blindati nel listino proporzionale Camera Nord (di cui il capolista Forciniti è già dichiaratamente contro Morra) il Movimento Cinquestelle non eleggerà altri deputati su Cosenza.

E poi due domande molto semplici ai grillini, eletti, attivisti, simpatizzanti ed elettori:

  1. come mai Morra non prende mai posizione contro Gentile ? L’ultima presa di posizione “seria” risulta essere quella del 2014 quando proprio non poteva fare altrimenti visto che il caso Cinghiale fini sulle cronache nazionali ed è quasi inutile ricordare i rapporti tra Pino Gentile e il figlio di Morra (che vedete nella foto di copertina, ndr). E non citiamo neanche la debolissima presa di posizione di Morra dopo che persino Report aveva fatto un casino nazionale per la nomina del figlio di Gentile all’Istituto Tumori di Milano…

2. Come mai le battaglia sulla sanità anche all’Asp di Cosenza (campo di Gentile) le fa solo la Nesci?

Complimenti al senatore Gentile: come avevamo detto ad agosto non avremmo mai accettato una situazione del genere e quindi non voteremo Forza Italia oltre che non riconosceremo più la Santelli come coordinatrice regionale perché ha perso su tutta la linea e questo ruolo dal 5 Marzo spetterà certamente a Gentile visti i risultati ottenuti dopo soli 20 giorni dal suo rientro in Forza Italia. Avere il figlio praticamente eletto perché in un collegio blindato (anche grazie a Morra) è sintomo che il senatore in due mesi dominerà da solo e totalmente sul partito.

Complimenti alla Santelli e ad Occhiuto per non averci ascoltato ad agosto.

Firmato
Da oggi EX giovani forzisti