Lettere a Iacchite’: “Rende, la mia odissea per avere i contenitori della spazzatura”

Sono un cittadino di Rende che ho subito, negli ultimi giorni, come tanti altri, l’umiliazione di dovere ritirare i contenitori della spazzatura. Dopo essermi informato dal Comune della procedura da seguire, mi è stato detto di recarmi a Saporito, dove quel giorno si sarebbe svolta la distribuzione dei contenitori.

Qui ho trovato una fila interminabile di persone accalcate intorno ad un gazebo posizionato all’interno di un parcheggio privato di un supermercato. Un signore in tuta con la scritta Guardia Ambientale con fare autoritario mi ha informato che, trovandoci in un parcheggio privato, avrei dovuto lasciare l’auto al di fuori del condominio.

Ritornato dal parcheggio, tra l’altro di un condominio vicino, essendo la zona priva di parcheggi pubblici, mi è stato dato un numero utile per il ritiro. Ebbene, dopo avere aspettato 4 ore, dalle 12 alle 16, la signora addetta alla distribuzione mi ha comunicato che non ero nell’elenco e che sarei dovuto tornare dopo due giorni a rifare la fila, dopo essermi recato presso gli uffici comunali per la verifica della mancata registrazione del mio nominativo nel SUO elenco.Il giorno dopo, dopo una fila di un’ora, l’impiegata del Comune mi ha fornito la copia che dimostrava la mia iscrizione ai registri comunali. Convinto di avere risolto il problema, mi sono recato a rifare la fila presso il distributore di contenitori, questa volta collocatosi davanti l’ingresso del Comune. Qui ho visto assessori e comuni cittadini che con grande difficoltà cercavano di penetrare l’assembramento dei poveri sudditi che attendevano pazientemente da ore il loro turno per il ritiro degli agognati bidoni.

Dopo circa due ore stavo per arrivare dall’addetto alla distribuzione, quando, colpo di scena, ci veniva comunicato che, ahimè, i bidoni erano terminati e che bisognava andarli a ritirare presso il deposito. A questo punto lascio ogni commento a chi legge, perché ritengo non ci siano parole! Una cosa sola vorrei dire: ma il Comune di Rende ha un assessore che si occupa di questi problemi? A Rende esiste un sindaco?

Lettera firmata