Lettere a Iacchite’: “Rende, la nuova raccolta porta a porta è il peggio che si potesse organizzare”

Advertising

Buongiorno Iacchite’,
tralascio i commenti positivi sul vostro operato per non sembrare smielato… riassumo tutto nella frase : la libertà di pensiero parola e stampa sono fondamenta della democrazia nella verità e nella menzogna…..per questo fanno male….

Ma andiamo al problema.
La tanto decantata nuova raccolta porta a porta a Rende è in realtà il peggio che si potesse organizzare. Nella zona Surdo/Saporito (dove risiedo) era in funzione da anni un sistema di raccolta porta a porta puntuale ed efficiente modificato ultimamente forse per essere uguale alle nuove zone interessate e questo a me utente poco importa perché il fine è quello che conta.

Al riguardo delle modalità informative e di distribuzione del cambio giorni/mastelli preferisco non commentare, perché le lacune organizzative, in minima parte, da cittadino potrei, per quieto vivere, anche giustificarle anche se nessuno è passato da casa mia ne ha lasciato opuscoli ma ormai il dovere “civico” di andare io da Maometto l’ho fatto… ecco la cronologia degli eventi che mi riguardano:

Giovedì: da calendario tocca alla frazione organica, come ogni sera prima, porto fuori il mastello del giorno previsto e dopo una giornata a veder fermentare il cibo scartato mi decido a telefonare a Calabra Maceri dove una gentilissima signora accoglie la segnalazione senza darmi però (non per colpa sua ovviamente) garanzia che possano ripassare. Risultato? Il mastello è ancora lì sperando che oggi (sabato) passi qualcuno.

Venerdì: da calendario tocca alla frazione residua occupata, nel caso della nostra famiglia, da una montagna di pannolini dei mie figli accumulati in una settimana (e qui spero tanto nella famosa pez di zona perché una settimana è troppa…) ma ahimè anche oggi nessuno è passato. L’ho lasciato fuori sperando che la combinazione di due mastelli fuori porti al ritiro di almeno uno oggi (sempre sabato)… non sono riuscito a segnalare la situazione a Calabra Maceri in quanto dopo le 13 al telefono non risponde nessuno ed essendo venerdì (ieri) il servizio clienti riapre lunedì.

Non accetto commenti di nessuno riguardo al fatto che potrei andare alla pez dell Villaggio Europa (la più vicina alla mia residenza) in quanto né riuscirei ad arrivare fino li senza intossicarmi né mi sembra “civile” portare i miei rifiuti sotto il tappeto di qualcun altro.
Risultato: temo che dovrò aspettare i giorni previsti della settimana entrante per vedere svuotati i mastelli.

Il mio pensiero va a chi non ha uno spazio idoneo come al mio per aspettare ma si vede i balconi o casa invasi da quello che invece dovrebbe stare nel piazzale della Calabra Maceri… Senza tralasciare chi avrà problemi più grandi del mio e due giorni di ritardo possano sembrare una nullità…
Concludo con una frase modificata del celebre Forrest Gump per rispondere a chi, su blog e social, ha etichettato i rendesi: incivile è chi l’incivile fa… buona giornata a tutti i lettori.
P. s.: ora mi aspetto una valanga di controlli perché ho osato segnalare…

Firmato
Un incivile civile