Lettere a Iacchite’: “Unical, corsi di dottorato: se non hai professori amici sei tagliato fuori”

Advertising

Spett.le Redazione di Iacchite,
vorrei darvi delle informazioni sulla selezione per la scelta dei dottorandi in Scienze Economiche e Aziendali all’Università della Calabria.

Io sono stato uno dei partecipanti, sono arrivato fino al fondo delle selezioni ma alla prova orale sono stato scartato, ma per demeriti miei. Però c’è stata una cosa che mi ha lasciato letteralmente perplesso in sede di discussione del mio progetto di ricercatore.

In pratica mi è stato detto dalla commissione stessa come fosse strano il fatto che io avessi trovato un argomento e proposto un tema di ricerca da solo, e quanto fosse strano che non mi fossi fatto aiutare da un professore nella scelta di un argomento e della bibliografia.

Il fatto mi ha lasciato molto perplesso poiché pensavo che gli studenti dovessero presentare da soli un progetto di ricerca e che solo in caso di successo nel concorso sarebbe po arrivato un supervisore per contribuire a svilupparlo.

Non pensavo che la conoscenza di questo o quell’altro professore fosse un prerequisito per la partecipazione al bando stesso, il che fa capire come il tutto sia una corsa tra gli amici degli amici e che la selezione taglia fuori a prescindere le persone che non hanno professori “amici”, e che con difficoltà coraggio e caparbietà decidono di partecipare per bisogno e perché realmente vogliono dare un contributo alla ricerca.

Lettera firmata