Il ricercatore di Castrovillari Luca Sancineto scopre nuove molecole in grado di combattere l’HIV

Advertising

Aids: aumentano i malati sieropositivi che ignorano il proprio contagio da Hiv. L’Iss rivela che il contagio riguarda l’84% dei rapporti sessuali praticati senza preservativo.

Alcuni dati diffusi dal Centro operativo Aids dell’Istituto superiore di sanità (Iss) in occasione della Giornata mondiale per la lotta all’Aids, che si è celebrata lo scorso 1° dicembre, hanno registrato un calo della prevenzione contro l’Aids (ecco il metodo che uccide l’Hiv) e un forte aumento delle persone affette che non erano a conoscenza del proprio contagio (chi si ammala, fa il test in ritardo).

Per combattere il virus dell’Hiv un grande contributo arriva dal ricercatore Luca Sancineto, di casa nostra. E’ di Castrovillari e lavora presso l’università di Perugia, con la sua ricerca porta nel mondo il nome della sua città. Da poco è riuscito a progettare e sintetizzare le molecole in grado di combattere il virus.

Innovativo – spiega Luca Sancineto – è il target dei nostri composti, la proteina NCp7. Questo ‘bersaglio’ non è facile da raggiungere e controlla passaggi fondamentali per la vita e la replicazione del virus. Le molecole selenorganiche che abbiamo realizzato intervengono inibendo selettivamente questa proteina e uccidendo il virus con un meccanismo contro il quale il virus non ha, ancora, imparato a difendersi. L’altro aspetto interessante è infatti l’attività di questi composti su tutte le varianti del virus Hiv comprese le forme resistenti ai farmaci attualmente in uso e gli isolati clinici“. (La Nazione)

Le nuove molecole sono state progettate e sintetizzate dal dottor Sancineto, insieme al suo team, presso il gruppo di catalisi e chimica organica verde del professor Santi, grazie a una borsa di studio erogata dal Consorzio interuniversitario nazionale di ricerca in Metodologie e processi innovativi di sintesi.

Un grande orgoglio per Castrovillari e per la Calabria intera, che vantano figure di alta professionalità e spicco, quale quella di Luca Sancineto.

E’ con enorme piacere che ringrazio ed esprimo apprezzamento, da parte mia e per conto della città tutta – ha dichiarato alla stampa il sindaco Domenico Lo Polito – a Luca Sancineto, medico e ricercatore castrovillarese, presso l’università di Perugia, per il lavoro che sta profondendo e portando avanti, con altri colleghi del Dipartimento di Scienze farmaceutiche dell’Università di Perugia, per combattere l’Aids, in collaborazione con il Rega Institute di Lauven in Belgio, leader mondiale per gli studi biochimici sul virus dell’Hiv, pubblicato sulla rivista americana Journal of Medical Chemistry e rilanciato dalla nostra stampa nazionale.

Un vanto ed orgoglio – sottolinea il primo cittadino – per la nostra comunità che, anche in ambito scientifico, offre capacità e personalità di altissimo profilo e spessore a difesa della vita, della sua qualità, contro patologie che minano l’esistenza umana. I nuovi strumenti, per combattere il virus dell’Hiv, causa dell’Aids, che arrivano dal selenio su cui è impegnato Luca Sancineto il quale ha progettato e sintetizzato le molecole aprono una speranza su cui l’impegno è forte e continuo, consapevoli – conclude Lo Polito – che dedizione e passione combatteranno anche questa sfida con tenacia grazie a uomini e professionisti appassionati come Luca.”(Cn24)

Una nuova scoperta che ha trovato, in questi giorni, l’ammirazione e l’interesse di tutta la stampa scientifica riponendo in lui e nel suo team, la nuova frontiera per debellare completamente il virus dell’Hiv. E’ proprio il caso di dire, allora, che quando la passione incontra la volontà e l’impegno tutto è possibile, così è stato per il castrovillarese Luca Sancineto.