M5S: “Morrone alla Vigilanza? E’ come dare a Dracula la gestione del centro trasfusioni”

«Assegnare a Ennio Morrone la presidenza della commissione speciale di Vigilanza del Consiglio regionale calabrese è come affidare a Dracula la gestione del centro trasfusioni».

Lo dichiarano i parlamentari M5s Dalila Nesci, Nicola Morra e Paolo Parentela, che aggiungono: «Il consigliere regionale Morrone ha diversi, evidenti conflitti; specie per le cliniche dei figli. È senz’altro figura non indicata per ricoprire la carica, salvo che i partiti non vogliano ridurre la commissione di Vigilanza a un organo di carta, pagato coi soldi dei contribuenti calabresi… Non vorremmo che il corrispettivo per l’aiuto di Morrone al governatore Oliverio grazie al quale saltò il referendum sullo statuto regionale, fosse proprio la poltrona di presidente della commissione consiliare di Vigilanza».