Madonna della Catena, 53 licenziamenti? Presidio dei lavoratori all’ASP

Raffaele Mauro
Advertising

Riesplode la vertenza dei lavoratori della clinica Madonna della Catena, una delle strutture private che fa parte del gruppo iGreco.

I lavoratori stanno presidiando la sede dell’ASP di Cosenza a via Alimena perché hanno saputo da fonte pressoché certa che tra qualche giorno per 53 di loro arriveranno le lettere di licenziamento. La vertenza, com’è noto, nasce dal gran pasticcio dei posti letto messo in piedi dal direttore generale dell’ASP Raffaele Mauro, dal presidente della Regione Palla Palla, dal suo braccio destro Franco Pacenza e dai commissari Scura e Urbani, che in un primo tempo hanno concesso 53 posti letto in più a iGreco ma poi si sono accorti che l’operazione non si poteva fare.

Per le loro beghe di potere, che naturalmente non possono e non devono interessare i lavoratori, adesso ci sono 53 famiglie che rischiano di rimanere sul lastrico.

I lavoratori sono molto arrabbiati e hanno capito che Palla Palla, di concerto con quei venduti della CGIL, ha dato il via libera all’operazione licenziamenti.

Seguono aggiornamenti