Madonna della Catena: i lavoratori presidiano tutta la notte l’Asp

Advertising

Hanno passato la notte all’addiaccio i lavoratori della clinica Madonna della Catena. Hanno deciso di presidiare gli uffici dell’Asp di Cosenza per chiedere un intervento risolutivo al loro problema. La gestione della clinica, ovvero il gruppo iGreco, ha dichiarato che il mancato accreditamento di 60 posti letto da parte della Regione alla struttura Madonna della Catena,  ha prodotto un esubero di lavoratori pari a 57 unità. Dunque, in tanti rischiano di perdere il posto di lavoro nel silenzio generale della politica e dei sindacati. Così i lavoratori si sono autorganizzati e hanno deciso di non mollare fino a che qualcuno, compreso il prefetto, non gli darà ascolto.

Le soluzioni paventate fino ad ora, da parte dell’Asp e dalla Cgil, non soddisfano i lavoratori. Liquidare la questione con un “poi vediamo”, non ha rassicurato i lavoratori che hanno visto in  questa finta soluzione l’anticamera del licenziamento. La protesta continua ad oltranza, e i lavoratori  annunciano  per questa mattina altre clamorose iniziative.