Madonna della Catena: scontri e fermi

Advertising

Niente di fatto alla riunione per risolvere il problema occupazionale dei dipendenti del gruppo iGreco che prestano servizio presso la struttura sanitaria Madonna della Catena.

Il dg dell’ASP Mauro ad ogni loro richiesta ha opposto un muro. Niente di niente. Nessuna soluzione.

I posti letto sono stati revocati e su questo non si torna indietro, ha detto il dg Mauro. Tenendo fede al mandato di Palla Palla: tutte le porte per il gruppo iGreco sono chiuse.

Una situazione che ovviamente non è andata giù ai lavoratori che in più riprese hanno chiesto al dg di rivedere la sua posizione, dato che a commettere l’intrallazzo è stato proprio lui.

lavoratori-madonna1Ma Mauro, che è solo un galoppino di Madame Fifì, si è detto irremovibile sulla sua decisione di revoca dei posti letto, prima affidati e poi ritirati. Ed ha tentato una fuga dal tavolo utilizzando l’uscita posta sul retro del palazzo della prefettura. Ma è stato raggiunto dai lavoratori e pesantemente contestato.

Contestazione che è stata fronteggiata dalla polizia che si è posta a scudo del dg responsabile dell’imbroglio, e dalle prime sommarie informazioni ci dicono che due lavoratori sono stati portati in questura.

Si conclude così questo primo step che come volevasi dimostrare finisce a danno dei lavoratori. Che in questa triste giornata aggiungono al danno già subito la beffa dei fermi della polizia. Ma questa è solo la prima, di tante battaglie. Restiamo in attesa di sapere se i fermi saranno trasformati in altro. Sperando che in questura e in procura prevalga il buon senso.