Maierà, il sindaco sfida procura e Finanza per favorire l’indagato Gennaro Marsiglia

La procura di Paola

QUEL GRAN GENIO DEL SINDACO DI MAIERA’

Non possiamo fare a meno di esprimere gratitudine al nostro primo cittadino, Giacomo De Marco, di Maierà, beneamato comune della provincia di Cosenza, che scaturisce dal grande colpo di genio di questo soggetto, usato per rendere fattibile l’incarico di dirigente finanziario affidato al dottore Gennaro Marsiglia, attualmente accusato dalla procura della Repubblica di Paola insieme agli amministratori passati e presenti del Comune di Buonvicino per abuso d’ufficio e turbativa d’asta.

Ma veniamo al colpo di genio: il Comune di Maierà si è posto come Comune capofila per la nomina di un dirigente dell’area finanziaria da condividere con il Comune di Buonvicino attualmente inquisito ed il Comune di Santa Domenica Talao. Grazie a questo sistema e con il solito bando preparato ad hoc ecco riapparire Gennaro Marsiglia, messo alla porta dalla procura della Repubblica di Paola e dalla Guardia di Finanza e rientrato dalla finestra grazie alla complicità del sindaco di Maierà Giacomo De Marco.

Tutto ha avuto inizio nel Comune di Buonvicino con il sindaco dell’epoca Giuseppe Greco ed è proseguito con l’attuale sindaco Ciriaco Biondi, che ha affidato a Gennaro Marsiglia in qualità di dirigente tramite bandi confezionati ad hoc, tutti i servizi del Comune di Buonvicino con il cavallo di Troia della cooperativa Artemisia, guidata dalla moglie dello stesso dirigente. Questa cancrena ha avuto inizio alcuni anni fa nel Comune di Buonvicino e da essa sono partite le metastasi arrivate fino al Comune di Maierà, Santa Domenica Talao e chissà quanti altri Comuni.

Cari cittadini, dovete sapere che Gennaro Marsiglia si trova in un gravissimo conflitto d’interessi in quanto nello stesso comprensorio territoriale ovvero l’alto tirreno cosentino si trova ad esplicare il ruolo di Sindaco nel Comune di Aieta ed il dirigente finanziario nei Comuni di Buonvicino, Maierà e Santa Domenica Talao. A questo va aggiunto che la maggioranza dei servizi appaltati di questi comuni finiscono per essere aggiudicati dalla cooperativa artemisia guidata dalla moglie del richiamato dirigente. In più, lo stesso dott. Gennaro Marsiglia è anche il commercialista dell’impresa di famiglia del nostro Sindaco Giacomo De Marco.

Questo grave comportamento degli amministratori dei vari Comuni ed in primis del sindaco di Mayerà Giacomo De Marco e della sua Giunta, in qualsiasi altra parte d’Italia avrebbe suscitato grande scalpore e attenzione da parte degli organi d’informazione e iniziative da parte degli organi politici preposti al controllo; compito che, in questo caso, avrebbero dovuto svolgere la minoranza comunale di Maierà ed ancor prima la minoranza del Comune di Buonvicino.

Invece, questa che sembra ormai divenuta una sfida arrogante nei confronti della procura della Repubblica di Paola e della Guardia di Finanza, si cerca di farla passare nel silenzio più assoluto; un silenzio gravido di ipocrisia e complicità che evidenzia una miserevole mentalità sociale e politica sia da parte delle maggioranze comunali che delle stesse opposizioni; che fanno finta di voler cambiare solo in prossimità delle campagne elettorali nel meschino tentativo di partecipare al solito banchetto da sempre organizzato sulla pelle degli ignari e distratti cittadini.